Che il Giro d’Italia sia una passione tra le più sentite dagli italiani lo si sa e che la provincia di Treviso sia la provincia per eccellenza del ciclismo anche. Tutto questo fa si che il passaggio della carovana Rosa sulle strade della Marca Trevigiana venga festeggiato alla grande, con vie, case e oggetti di ogni genere tappezzati di rosa.

Dell’edizione 2019 si sa che sicuramente partirà da Bologna l’11 maggio. Per il resto le indiscrezioni fioccano. Per quanto riguarda il territorio dell'Alta Marca, ci potrebbe essere, secondo le anticipazioni apparse su www.oasport.it, una frazione da Treviso a San Martino di Castrozza, che passerebbe per la "strada dei cento giorni", il Passo San Boldo (nelle foto).

La suggestione è tanta e l’attesa ancor di più. Una cosa è certa: una tappa sul mitico passo, attraverso quelle gallerie costruite in soli cento giorni dall’esercito austroungarico, con l’ausilio di manodopera locale per alimentare il fronte sul Piave, avrebbe un fascino unico.

Il sindaco di Cison di Valmarino Cristina Pin, sollecitata sull’argomento si è trincerata dietro un “no comment” . Non resta che aspettare fine mese e le risposte arriveranno.

Cison Passo San Boldo 1
(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it