E’ partita con la nebbia ma si è tradotta in una splendida e soleggiata mattinata a dir poco primaverile.

In vista del prossimo Giro d’Italia, in scena da sabato 11 maggio a domenica 2 giugno 2019, e in forza alla grande passione per il ciclismo che accompagna l’Alta Marca, Qdpnews.it ha voluto percorrere una parte del tracciato che venerdì 31 maggio sarà teatro della 19esima tappa della corsa rosa con partenza da Treviso e arrivo a San Martino di Castrozza.

A pedalare lungo i 66 chilometri che separano il via dal capoluogo di Provincia al gran premio della montagna del passo San Boldo a Cison di Valmarino, assieme al direttore Gianluca Renosto e al vicedirettore Giancarlo De Luca, anche i professionisti Davide Cimolai e Sacha Modolo, senza dimenticare un grande “ex” come Marzio Bruseghin.

Coinvolto nella ricognizione anche Fausto Pinarello, “artefice” del ritorno della corsa rosa con la partenza di tappa da Treviso nel segno di papà “Nani” - storica maglia nera al Giro d’Italia del 1951 - in un binomio d’eccellenza che da sempre lega la città, il ciclismo e la casa costruttrice di biciclette dal successo internazionale.

Sui pedali pure Filippo Polegato a rappresentare l'attenzione che da anni Astoria Wines dedica al Giro d’Italia e al territorio, premiando di tappa in tappa i vincitori con la bottiglia ufficiale, stappata in anticipo per l’occasione in cima al San Boldo.

A completare la “cornice” tra gli ambasciatori del distretto trevigiano della bicicletta coinvolti, anche la compartecipazione dell’azienda Gaerne della famiglia di Ernesto Gazzola, partner tecnico della ricognizione.

Sarà una tappa veloce nella prima fase, con i saliscendi del Montello e le colline di Valdobbiadene a spezzare la pianura in un continuo dialogo tra il paesaggio e la memoria dei luoghi densi di storia che caratterizzano l’Alta Marca. Poi la strada dei Cento giorni, eredità di pace della Grande Guerra, sarà crocevia verso il Bellunese e l’ultima salita verso il traguardo di San Martino di Castrozza.

Tutti i dettagli e le curiosità saranno a disposizione nella video ricognizione che Qdpnews.it pubblicherà nelle prossime settimane.



(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it