En plein di vittorie per l'Imoco Volley. Quinto match e quinta vittoria per le Pantere che al PalaBarton di Perugia ieri, domenica 18 ottobre, vendicano la sconfitta di 10 mesi fa (l'ultima e l'unica subita dalla stagione 2019-20) battendo Perugia per 3 a 0 (18-25,15-25,21-25).

Nel match della quinta gioranta di campionato coach Daniele Santarelli schiera in campo capitan Wolosz al palleggio, Egonu opposto, al centro De Kruijf e Fahr, schiacciatrici Sylla e Adams, libero De Gennaro.

La squadra di Perugia invece inizia il match con Di Iulio in diagonale con l’ex Pantera Serena Ortolani, Koolhaas-Aelbrecht, Carcaces in banda con Havelkova, libero Cecchetto.

Il primo set vede Perugia tenere sulla corda le Pantere nonostante i tentativi di fuga dell’Imoco Volley, che mette la testa avanti (6-8) grazie alle alte percentuali delle sue attaccanti, ma non riesce a scappare per oltre metà set, con le umbre che pur soffrendo si aggrappano all’esperienza di Ortolani e Carcaces per rimanere vicine (13-16).

Nel finale dopo qualche tentativo rintuzzato, arriva lo strappo di Wolosz e compagne: i contrattacchi di Sylla (4 punti), Mckenzie Adams (4) e della solita Paola Egonu (5 punti e 1 solo errore nel set) spianano la strada alla conquista del parziale.

Il primo break (15-21) è quello della spallata decisiva, con Egonu e Adams a spingere decise per chiudere in fretta prima della reazione delle umbre, infatti il punto finale è di Miriam Sylla che manda avanti Conegliano, brava a mettere in cascina subito il 18-25.

Nel secondo parziale c’è meno pathos con la squadra di coach Santarelli che prende subito in mano le redini della partita e detta legge fin dai primi scambi (3-7), poi 6-10 con un buon momento di Sylla che costringe le padroni di casa al time out.

Perugia ha un sussulto (10-11), ma Paola Egonu è scatenata. L’Imoco vola imprendibile (12-21), alzando il ritmo in attacco e a muro (ben 5 di squadra nel set) e lasciando le briciole all’attacco avversario, costretto al 24%. Il set si chiude con un comodo 15-25 firmato “Lulù” Gicquel.

Terzo set e l’Imoco Volley forse con un approccio troppo tranquillo soffre all’inizio (5-3), ma arriva presto la guerriera Sylla a suonare la carica a muro, poi Egonu fa il resto, mentre sale in cattedra il talento di Joanna Wolosz che illumina il PalaBarton con le sue giocate: le Pantere, avanti 12-16, stavolta però non sono ciniche come in precedenza, e consentono a Havelokova e compagne di farsi minacciose.

Qualche errore di Conegliano (3 in attacco, 4 in battuta) permette alle umbre di tornare vicine e il finale è combattuto. L’Imoco spinge per chiudere grazie al gioco al centro dove anche De Kruijf (8 punti alla fine con il 78% in attacco) si conferma in grande spolvero.

Perugia però non ci sta e risponde ai tentativi di fuga delle venete grazie anche alla verve di Carcaces e Ortolani, la Bartoccini è in scia fino al 20-21, ma come spesso accade proprio in questi momenti viene fuori il cinismo di Sylla e compagne, che ritornano brillanti e con ardore si rimettono in careggiata.

Sarah Fahr è letale sotto rete (4 punti nel set), Paola Egonu (chiuderà da Mvp e top scorer del match con 17 punti, il 64% in attacco e 3 muri) e un’ottima Adams (11 punti) firmano punti pesanti, per la chiusura 21-25 affidata a un muro di Egonu che regala il 3-0 definitivo a favore delle Pantere di Conegliano.

Le gialloblù continuano a rimanere imbattute dopo un’altra partita quasi perfetta che conferma un inizio di stagione solido e molto concreto della squadra di coach Santarelli. 


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Imoco Volley).
#Qdpnews.it