Non poteva iniziare nel migliore dei modi, l’ennesima esperienza calcistica di Samuele Longo con la maglia del Venezia.

Il 28enne attaccante nero verde si è ben presto inserito negli schemi della squadra di Alessio Dionisi trovando ben presto l’intesa con i compagni, e soprattutto la via del gol, nelle partite con l’Entella, Pisa, e Cosenza, che hanno fornito una grossa boccata di ossigeno alla classifica in chiave salvezza.

Samuele, valdobbiadenese di nascita con famiglia a Col San Martino, ha preso casa a Treviso, città da dove è partito calcisticamente, prima di approdare all’Inter.

Ben 13 le società nelle quali ha militato con alterne fortune con una predilezione per quelle spagnole. “Dal mio primo esordio in Spagna mi sono trovato benissimo ed è per questo che in seguito ho vissuto diverse esperienze in quel paese" sottolinea l’attaccante veneziano, segnalato pure dalla prestigiosa rivista “Don Balon” nella sua esperienza spagnola, tra i migliori calciatori nati dopo il 1991.

Arrivato al Venezia soltanto a gennaio, e andato a segno ben tre volte (nella foto il gol realizzato al Pisa) trovando ben presto il fiuto del gol, che per un attaccante rimane fondamentale, sulla sua strada hai trovato un difensore che avrebbe fermato qualsiasi grande attaccante, il Coronavirus.

Peccato, - afferma Samuele - anche perché stavo sfruttando un buon momento di forma, del resto in questo momento la salute di tutti, viene al primo posto, al di là del calcio, che ora passa in secondo piano”.

In questo periodo, la giovane punta si trova nella casa di Treviso con la compagna Ludovica.

Come ti stai allenando in vista di una possibile riapertura del campionato, e come passi il tempo libero? 

Al mattino mi misuro la temperatura, per comunicarla direttamente ai medici, quindi allenamento con la squadra via Skype. Nel pomeriggio allenamento individuale, e per ingannare il tempo leggo, guardo la tv, e mi dedico a cucinare con Ludovica”.

Hai esordito nella massima categoria, esattamente otto anni fa nell’Inter di Stramaccioni contro la Lazio, un pensiero nel tornare a calcare quei palcoscenici, lo stai facendo?

“In questo momento penso a concentrarmi soltanto sul Venezia, comunque penso di avere le qualità per ritagliarmi uno spazio in quella categoria” .

La ripresa del campionato sembra ancora lontana, nel caso di una ripartenza, sei fiducioso in una conclusione positiva per il Venezia?

“E’ inutile parlarne in questo momento, adesso ci sono altre priorità, la salute viene prima di tutto, quando sarà tutto finito allora penseremo al calcio. A Venezia stiamo lavorando bene, e poi verrà il momento di concentrarci tutti assieme, per concludere nel migliore dei modi il campionato…”

(Fonte: Giovanni Negro © Qdpnews.it).
(Foto: Instagram - Samuele Longo).
#Qdpnews.it