Fregona e Union Feletto rischiano grosso in caso di rinuncia nei loro rispettivi match di campionato, che avranno luogo il prossimo weekend rispettivamente contro Lentiai e Ardita Breda.

Alle due società, dopo la decisione di non scendere in campo contro Ponte delle Alpi e Basalghelle, nel girone R e P di Seconda categoria, verrà inflitto molto probabilmente lo 0-3 a tavolino dal giudice sportivo e tra le sanzioni potrebbe essere previsto anche un punto di penalità.

In attesa di capire le intenzioni dei due club in vista delle gare di questa domenica, 27 settembre, il regolamento in materia di rinunce parla chiaro, si rischia l'estromissione dal campionato. L'articolo 53 delle Noif afferma infatti che: "Fatto salvo previsto al successivo comma 5 bis, la società che rinuncia per la seconda volta a disputare gare è esclusa dal campionato o dalla manifestazione ufficiale". 5 bis: "Le società dilettantistiche che, a causa del mancato adempimento degli oneri di iscrizione al campionato, non disputino due gare, ai sensi del regolamento della Lnd, sono escluse dal campionato stesso".

La scelta di non giocare è stata motivata con il timore per le conseguenze di un eventuale isolamento fiduciario di tutta la squadra per 14 giorni, anche a tamponi negativi, con ripercussioni soprattutto a livello lavorativo.

In particolare, i due team trevigiani lamentano disparità di trattamento con le bellunesi. A quanto pare, le autorità sanitarie di Treviso applicano un protocollo più rigido rispetto a quelle di Belluno. 

Tutto è ancora in discussione, bisognerà capire come intenderanno procedere le due squadre, intanto il weekend si avvicina.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: web).
#Qdpnews.it