Una passione iniziata quasi per caso fino ai trionfi in giro per il mondo. Questa è la storia di Alessia Facchin (nella foto), 26enne montebellunese, campionessa Ifbb Pro Bikini.

La giovane star, che si allena nella palestra Fisico Fitness club di Pederobba, ha parlato dei suoi obiettivi del 2020 e di come si è avvicinata a questa particolare disciplina.

Da bikini amatoriale ha vinto l’Olimpia Amateur di San Marino che le ha permesso di fare il salto coi professionisti. Da quel momento il suo nome è cominciato a emergere con sempre maggiore insistenza anche a livello internazionale, diventando presto una delle atlete di riferimento a livello globale. Salendo sul podio in quattro diverse occasioni nel 2019.

"Inizialmente facevo la modella, ho sempre frequentato le palestre - spiega Alessia -. Con il tempo ho deciso di frequentarle in modo più specificico quando ho conosciuto persone che gareggiavano nel settore del bodybuilding e che mi hanno fatto appassionare a questo ambiente".

e6e798ba 58cf 4ab2 ab47 b370cca7a3c7

La categoria Bikini, di cui fà parte la giovane, si differenzia dalle altre come Women Physique, Women bb, Fitness e appunto Bodybuilding poichè nelle gare vengono valutate di più l'eleganza, il portamento e la formosità: "Si dà più risalto alle spalle rotonde, glutei rotondi: una modella più tonica, non molto muscolare ma più morbida".

"Varia molto anche la dieta, facendo un paragone con il bodybuilding, che è molto meno restrittiva. Anche gli allenamenti e la preparazione sono differenti" sottolinea la giovane.

Allenamenti che, dopo il passaggio al professionismo, sono composti da sei sessioni a settimana, con specializzazioni di 40 minuti per la muscolazione e mezz'ora di cardio. Senza dimenticare di allenare tre volte a settimana i glutei, due volte a settimana le spalle e una volta a settimana la schiena: "Sono dettagli importanti - afferma - poichè per la categoria siamo valutate per la forma a clessidra. Spallee glutei devono essere proporzionati a clessidra".

2e898ed0 65aa 4560 b32a 68f1156d7117

"Mi sto preparando per la gara dei miei sogni, che si svolgerà nel dicembre 2020, ed è l'Olimpia - commenta Alessia - Si tratta di un "must" per tutti i professionisti. Prima di questa gara però vorrei preparami adeguatamente, covid permettendo, gareggiando almeno una o due volte".

Una gara a cui potrà partecipare grazie soprattutto a uno dei ricordi più belli: "La competizione vinta in Ungheria, lo scorso novembre 2019, mi ha permesso di prendere la qualifica per partecipare all'Olimpia, il palco principale. Emozioni che non scorderò facilmente" racconta l'atleta.

Risultati importanti, raggiunti non senza fatica: "Ci vuole molta dedizione e molta passione - avvisa la giovane - Parliamo di un mondo bellissimo fatto con il giusto equilibrio mentale e fisico, però per raggiungere risultati concreti c'è bisogno di avere molta convinzione e pazienza".


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it