Battesimo di fuoco per Jacopo Da Riva (nella foto con Neymar) ieri, mercoledì 12 agosto, in occasione di Atalanta-Paris Saint Germain, match dei quarti di finale di Champions League.

All'Estadio Da Luz di Lisbona, teatro delle final eight della prestigiosa coppa, il giovane centrocampista classe 2000, scuola Carenipievigina e Montebelluna, ha fatto il suo esordio assoluto nelle competizioni europee dopo quello di qualche settimana fa in Serie A (qui l'articolo), sostituendo l'attaccante colombiano Duvan Zapata al minuto 82.

Purtroppo l'entrata del giovane talento è coincisa con il momento di massima spinta dei francesi che, sfortunatamente, hanno trovato il pari allo scoccare del 90esimo e successivamente nei minuti di recupero, prima con Marquinhos e poi con Eric Choupo-Mouting, sancendo così il definitivo 2 a 1 per i parigini.

Jacopo non è riuscito a fare la voce grossa in uno spezzone di gara difficile, considerando i pochi minuti a disposizione, ma di lui si dice un gran bene per il futuro: tra i suoi sponsor anche l'ex capitano dell'Inter Beppe Bergomi, che ieri ne ha descritto le caratteristiche durante la gara.

Da Riva è sceso in campo tra l'altro come quarto/quinto cambio, lasciando Gasperini senza più possibilità di inserire nuovi giocatori, il che ha portato al dover lasciare sul terreno di gioco Remo Freuler nonostante l'infortunio che ha colpito lo svizzero nel finale.

Per il 19enne un momento indimenticabile ma con un briciolo di amarezza, componenti necessarie per crescere. Jacopo, che ha conquistato la fiducia di Gian Piero Gasperini, con questi spezzoni potrebbe la prossima stagione mostrare al grande calcio di che pasta è veramente fatto.

Per ora c'è solo la tristezza dell'eliminazione, ma anche l'emozione della Champions League, e la consapevolezza di avere ancora tutta una carriera davanti.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Jacopo Da Riva).
#Qdpnews.it