Buona la prova di Nicola Akele, (nella foto), neogiocatore della Treviso De' Longhi, in occasione del derby di Supercoppa di basket tra Umana Reyer Venezia e il team trevigiano.

La gara, terminata con il punteggio di 89-75 per Venezia, ha comunque visto la formazione biancazzurra lottare fino all'ultimo per la vittoria venendo staccata solo nel finale, sono state decisive alle fine le ottime prestazioni di Jeremy Chappell (16 punti al termine), Austin Daye (14) del club veneziano.

Nicola, originario di Montebelluna ed ex Reyer tra le altre, è arrivato alla corte di Treviso lo scorso giugno (qui l'articolo) e per l'ala si trattava della prima vera e propria sfida ufficiale con la nuova casacca sul parquet.

Il classe 1995, ha giocato un buon match nello scacchiere di coach Max Menetti. Nonostante l'inizio sottotono, complice la spinta iniziale della formazione lagunare e la gabbia difensiva costruita su di lui da Walter De Raffaele, allenatore della Reyer, fatica a trovare spazi per colpire.

Meglio nella ripresa dove esprime tutto il suo potenziale dando fisicità e continuità mettendo alla fine a segno 11 punti, trovando il canestro con maggior semplicità. Termina con 6/9 dal campo e otto rimbalzi in 30'.

Punti e prestazione che però non sono bastate alla De' Longhi per evitare la sconfitta.

La partita infatti è rimasta in equilibrio fino all’ultimo quarto quando i canestri di Mazzola e De Nicolao oltre alla freddezza ai liberi di Tonut producono il 12-0 di parziale che porta la squadra di De Raffaele a toccare i 15 punti di vantaggio con poco più di quattro minuti da giocare, chiudendo di fatto la contesa in anticipo e lanciando Venezia verso la prima vittoria della propria stagione.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Nicola Akele).
#Qdpnews.it