Passerà sabato 22 maggio da Montebelluna la 14esima tappa del Giro d’Italia 2021, edizione numero 104. Domani, mercoledì 24 febbraio, gli organizzatori ufficializzeranno il percorso completo della Corsa in Rosa che partirà con una tappa a cronometro da Torino.

L’accordo con l’amministrazione comunale è stato raggiunto nei giorni scorsi. Montebelluna, in realtà, aveva chiesto una partenza o arrivo di tappa, dove mancava dal 2001 con la tappa Montebelluna-Passo Pordoi, vinta dal castellano Matteo Tosatto, che consentì a Gilberto Simoni di conquistare la Maglia Rosa che tenne poi fino alla fine conquistando il Giro.

L’organizzazione ha deciso di far transitare in città il Giro nella 14esima tappa, una delle più affascinanti della corsa che partirà l’8 maggio e si concluderà il 30 maggio (a Milano o Verona).

Si tratta della tappa da Cittadella al Monte Zoncolan (versante di Sutrio), in Friuli, con un percorso 205 chilometri che culmina a Sella di Monte Zoncolan, cima della salita dai versanti di Ovaro e Sutrio, nei pressi della stazione sciistica di Ravascletto, a circa 1750 metri di quota.

San Pietro giro italia metà pezzo


Chiamata dai ciclisti “Il Kaiser”, è considerata da tutti la salita più dura al mondo, arrampicandosi, nel versante di Ovaro per 1.210 metri di dislivello in soli 10,5 chilometri, alla pendenza media dell’11.6% tra picchi di oltre il 20%.

La Cittadella-Monte Zoncolan passerà da Castelfranco Veneto per salire verso Montebelluna, piegando poi per Venegazzù, Volpago e Giavera del Montello, curvando poi per Arcade e Spresiano, Ponte della Priula, Conegliano, San Vendemiano, San Fior, Godega di Sant'Urbano, Orsago e Cordignano, per poi entrare nella provincia di Pordenone.




(Fonte: Flavio Giuliano © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it