Giornata di forti emozioni quella di domenica scorsa per ex atleti e dirigenti della squadra ciclistica della Zg Mobili, storico mobilificio con sede a Moriago della Battaglia, che, grazie alla passione ed all’impegno del “super tifoso” storico Franco Rizzetto, hanno potuto ritrovarsi intorno ad un tavolo dell’Asolo Golf Club per una rimpatriata che ha permesso di ricordare i fasti di quella che è stata una delle più importanti realtà ciclistiche italiane tanto a livello dilettantistico che professionistico.

Presenti i grandi nomi di quella stagione radiosa, famigliari ad ogni appassionato di ciclismo, come Colagè, Fincato, Vanzella, Ghirotto, Mantovan, Perini, Cattai e Citterio.

Immensa la soddisfazione del patron Mario Gregolon (nella foto sotto, con la famiglia)  nel rivedere i suoi ragazzi: "Mi fate ritornare giovane", ha dichiaratovisibilmente emozionato, come il figlio Davide, originariamente tifoso di calcio ma poi travolto dalla passione per il ciclismo.


Moriago rimpatriata Zg famiglia

Non meno toccato dall’evento il team manager Gianni Savio, abilissimo scopritore di talenti, tra i quali va segnalato almeno Nelson “Cacaito” Rodriguez che, collegato in videoconferenza e sfoggiando i colori della squadra, ha portato i suoi saluti a tutti i presenti suscitando scroscianti appalusi.

Savio ha ricordato le vittorie più importanti colte dalla squadra: quella di Colagè alla Tirreno – Adriatico, Ferrigato e Ghirotto al Giro d’Italia, e quella, storica, di Cacaito Rodriguez al Tour de France.

Tra una portata e l’altra due schermi proponevano ai convenuti i momenti più gloriosi della storia della squadra nata dalla genuina passione di Mario Gregolon per uno sport che, seppur cambiato, come ha ricordato Savio, resta nel cuore di moltissime persone.


Moriago rimpatriata Zg Rizzetto e SavioFranco Rizzetto e Gianni Savio

(Fonte: redazione Qdpnews.it).

(Foto: Zg Mobili).
#Qdpnews.it