L'Asd Refrontolo ha voluto dare un aiuto concreto in questo momento di difficoltà. La società calcistica, tramite una raccolta fondi organizzata in questi giorni, ha raccolto 1.700 euro che andranno interamente devoluti all'Ulss 2 Marca Trevigiana.

Un gesto davvero significativo e tangibile quello che la società biancoazzurra ha voluto fare per testimoniare la vicinanza a tutti coloro che, in questo periodo di particolare impegno, si trovano in prima linea per la lotta al Coronavirus.

L’iniziativa è partita dalla dirigenza, coinvolgendo tutto il team della prima squadra fino ai pulcini e ai tifosi del club, estendendo dunque il messaggio anche a familiari, amici e conoscenti, cercando di dare un sostegno economico a favore di chi sta lottando per fronteggiare questa pandemia.

"Tutti la famiglia dell'Asd Refrontolo si è unita in questo momento difficile - ha dichiarato Luciano Pasin, dirigente della società biancoazzurra - dal presidente fino alla squadra Pulcini, volevamo dare anche noi un contributo economico per aiutare i reparti ospedalieri".

"La somma raccolta è a dir poco "eccezionale" - continua - abbiamo dimostrato ancora una volta la forza di questo grandissimo gruppo che è l'Asd Refrontolo, sperando di riprendere le nostre abitudini e che questa brutta situazione termini il prima possibile".

Il team refrontolese ha voluto ancora una volta sottolineare la vicinanza a Nicola Miotto e ai familiari, specificando come le condizioni del ragazzo, che era stato coinvolto in un incidente stradale un mese fa e da poco trasferito in una struttura riabilitativa a Motta di Livenza, stiano migliorando gradualmente giorno dopo giorno. (nella foto lo striscione solidale della squadra biancoazzurra).

(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Asd Refrontolo).
#Qdpnews.it