Inaugurato nella giornata di ieri, sabato 8 agosto, il campionato di canoa a Revine Lago, la prima gara del settore finalmente andata in scena in questo periodo da Covid-19, che ha coinvolto 41 società e 350 atleti provenienti da tutta Italia anche nella giornata di oggi, domenica 9 agosto, con la gara di velocità dei 500 metri e il trofeo delle Regioni, mentre domenica 16 agosto si concluderà con il campionato regionale di velocità dei 200 e 500 metri.

Una competizione che si è svolta sulle sponde di laghi di Santa Maria, con la vittoria di società del Friuli Venezia Giulia, seguita da Lazio e Piemonte.

Grazie all'aiuto delle associazioni, della Croce Rossa, degli Alpini e della Protezione civile, è stato possibile allestire un appuntamento a lungo ritenuto incerto e la sfida, in questo senso, è iniziata qualche mese fa, secondo quanto dichiarato dal sindaco di Tarzo Vincenzo Sacchet: "Si tratta di un momento difficile per tutti, ma siamo riusciti nel nostro intento".

"Un segnale di speranza e di ripartenza" è stato definito il campionato dal sindaco di Revine Lago Massimo Magagnin, il quale ha sottolineato come tutto ciò sia la riprova di una certa sinergia tra varie realtà del territorio.

Un'opportunità per tutte le società di canoa d'Italia di mettersi alla prova, secondo quanto dichiarato dal direttore di gara Adelfi Scaini, che ha ribadito come si sia trattata della prima gara nazionale consentita in questi mesi un po' complessi.

Ma oltre al campionato andato in porto, la vera novità è l'intenzione di rendere l'area dei laghi un vero e proprio campo di allenamento, a disposizione anche di squadre estere, in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024.

A confermare tale obiettivo è Bruno Panziera, presidente del comitato regionale Veneto della Federazione italiana canoa e kayak (Fick), il quale ha dichiarato come ci siano i presupposti che consentono di guardare al progetto di un campo di regata permanente.

Progetto al momento ancora in itinere, che sta tenendo conto dell'ambiente consono alla canoa riconosciuto nell'area dei laghi del Comune di Revine Lago, come ha spiegato Luciano Buonfiglio, presidente nazionale della Fick: "Tutto ciò rientra nella piena condivisione di interessi utili per creare un progetto unico, che per noi non rappresenta solo agonismo, ma ha un risvolto sociale, dato che sarà aperto anche all'allenamento paralimpico".

"Quindi è un sogno a occhi aperti - ha proseguito Buonfiglio - e a ottobre ci riuniremo per pianificare il progetto, che sarà pronto in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024".

Presente alle competizioni di questa mattina anche Andrea Facchin, campione olimpico di canoa che si è conquistato il bronzo nel 2008 a Pechino, il quale ha confermato le condizioni ottimali presentate dalla zona dei laghi e l'intenzione da parte delle Fiamme Gialle, per la prima volta a Revine Lago, di ripresentarsi all'edizione 2021 del campionato.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it