Grande successo per la Time Trial 2020, che ha visto allo start alcuni tra i più forti specialisti d’Europa, oltre ad un nutrito numero di “prime volte” nelle corse Ultracycling Italia.

La corsa ha preso il via la mattina di sabato scorso 26 settembre e da ogni minuto gli atleti hanno lasciato la linea di partenza chi per 6 chi per 12 o per le 24 ore della corsa regina.

"Partecipazioni da Italia (per la classifica di campione nazionale Acsi), Svizzera Austria, Slovenia, Germania, Francia, Finlandia e Danimarca, per questa epica sfida che ci riempie di soddisfazione - spiegano dall'Ultracycling Italia Asd - nonostante il problema relativo all’emergenza Covid 19 siamo riusciti a garantire lo start di questa tipologia di corse".

I primi a partire gli atleti della 24h dove spiccavano i nomi di Federico Caretta, fresco vincitore del campionato europeo Wuca sul Montello, e il suo sfidante e vice campione europeo Bernhard Steinberger. 

Fin da subito Caretta a fare da lepre con Steinberger, Eduard Fuchs e Daniele Rellini a seguire. Da subito Rellini cerca di avvantaggiarsi il più possibile in salita recuperando posizioni su posizioni, data la sua conosciuta difficoltà di percorrenza in discesa, dovuta al problema al braccio destro, che non gli ha impedito però di ottenere con un primo giro strepitoso, di 44:21:069.

podio 12h 1024x683

Fuchs conquista il 2° posto, un’altro grande risultato dopo il 2° Posto all’ Ultracycling Dolomitica e la vittoria alla Race Around Austria 1500. Dejan Jug ritorna ad essere il grande Dejan Jug, dopo la Vittoria alla 24h del Montello 2019 un’annata deludente per lui, ma un finale di stagione in crescendo che lo ha portato a conquistare la terza posizione e a contenere la galoppata di Giovanni Rossi che riescie a rosicchiare quasi 2 minuti al Bernhard Steinberger, che questa volta deve accontentarsi di un onorevolissimo 5 posto.

Dopo di lui Manfred Malik e Ilario Zille, tenace più che mai. Poi Thomas Jaklitsch, Federico Caretta, Frank Mads, Cristiano D’Angelo, Augusto Coltro, Marco Antoniazzi e lo sfortunato Stefan Anthenien, vittima di una caduta che lo ha costretto a fermare prima un’eccellente prestazione che lo vedeva battagliare per la vittoria. 

Over 50 24 h e la vittoria di Aris Quadri, fin da subito ha stampato un 50:30:106 facendo capire che sarebbe stato uno dei protagonisti, meglio di lui solo Sergio Ghirardo sotto i 50 minuti, in bagarre per le prime 12 ore, dove poi l’atleta cordignanese ha pagato il freddo della sera, sospendendo anzitempo la sua corsa. Secondo posto per Fabio Biasiolo.

Sabine Willgosh invece vince nella categoria donne Over 50, Iryna Bukhanska trionfa nell'Under 50, le difficoltà di navigazione durante il primo giro non le hanno tolto la volontà di chiudere con un 439 km in 23 ore e 33 minuti, ma effettivi 457 km se conteggiassimo il “fuori pista”.

podio donne 1024x683

Valerio Zamboni al primo posto nel campionato nazionale Over 60, il primo giro, ufficializzato dopo il cambio transponder a 51:28:073 ha da subito fatto capire che non era venuto a fare una passeggiata tra le colline del Prosecco. Il veterano Raam ha infatti chiuso con un’eccellente 12° posto nella classifica generale.

I Gladiatori, team 6 del Gc Meschio, Gabrio Santin, Paolo Antoniazzi, Carlo Bit, Gianni Botteon, Renzo De Luca e Sandro De Luca hanno onorato la corsa divertendosi e raggiungendo i 707 km 600 mt.

Le lady Ilaria Corli e Silvia Lazzarini hanno chiuso rispettivamente al 1° e al 2° posto della loro 12h. Conferma di una condizione strepitosa per l’Ilaria nazionale e conferma di crescita per Silvia, artefice di una corsa magistrale.

Tra i team la sfida tra l’Uc Castagnole e gli Amici Della Crono ha visto primeggiare quest’ultimi. Giovanni Bindoni e Lorenzo Alladio conquistano il titolo nazionale dopo una sfida meravigliosa con i Fratelli Daniele e Davide Brunello.

6h divertente con il gradino più alto del podio occupato dall’ atleta francese Sébastien Bertholet e ben 170,800 km percorsi, davanti all’atleta di casa Dario Manfè, laureatosi campione nazionale Acsi e Alein Carnelos al terzo posto.

Ora, dopo il successo di questa kermesse, gli occhi sono puntati sulla prossima stagione e sulle novità. Il calendario 2021 è in arrivo.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Time Trial 2020).
#Qdpnews.it