Aggressione ad Andrea Vendrame ieri mattina nel coneglianese. Un brutto episodio quello in cui è stato vittima suo malgrado il ciclista professionista del team Ag2R La Mondiale, il corridore di Santa Lucia di Piave è stato preso a pugni da un automobilista.

Scene da film, difficili da pensare in una disavventura che ora è finita in mano ai Carabinieri. Il ciclista ha voluto fare chiarezza sull'accaduto.

"Stavo iniziando il mio allenamento in preparazione per le prossime competizioni, pedalando verso Conegliano per poi andare sui colli - spiega - quando tra via Distrettuale di Sarano e via Manin una macchina di grossa cilindrata (una Volvo) si è fermata davanti a me sulla destra, da cui è sceso un uomo, che, aspettando che arrivassi, mi ha sferrato un pugno in faccia".

A quel punto Andrea non ha potuto fare altro che allontanarsi per poi cercare di prendere i dati della targa per poter poi segnalare l'aggressione subita: "Questo individuo subito dopo avermi colpito ha fatto inversione di marcia, rischiando anche di causare un incidente (stavano arrivando altre auto) dandosi alla fuga".

Ora è caccia all'uomo per un aggressione che ha dell'inverosimile. "È un fatto assurdo - continua Vendrame - mi mancava questo episodio, non mi era mai successo in carriera, ora i Carabinieri stanno verificando anche le immagini delle telecamere oltre a cercare di risalire all'auto dell'aggressore. Spero che la cosa non sia premeditata".

Una disavventura che, di certo, ha lasciato di stucco Andrea che ha voluto lanciare un messaggio: "Agli automobilisti in generale dico di essere corretti con chi si muove in bicicletta - conclude - che sia io che lo faccio come lavoro, ma anche a chi circola per magari andare a lavoro, ci vuole più rispetto delle regole stradali". 


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Andrea Vendrame).
#Qdpnews.it