Rinviato il Prealpi Master Show. Una decisione inevitabile quello di rinviare l'edizione numero 22 dato l'andamento epidemiologico recente sia in Regione che in tutta Italia, per l'evento dunque, che sarebbe dovuto andare in scena il prossimi 12 e 13 dicembre come seconda gara del trofeo Raceday Rally Terra, appuntamento rimandato al 2021.

La gara, però, non è annullata: il Motoring Club è al lavoro per trovare una data durante i primi mesi del 2021 per far andare in scena l'edizione numero 22.

A dicembre è ancora prevista l'edizione numero 23. La decisione è stata presa dopo un dialogo con i Comuni interessati dalla manifestazione: Sernaglia della Battaglia, Pieve di Soligo e Farra di Soligo.

"C'è grande rammarico, ma obiettivamente non si potevano prendere altre decisioni. - chiarisce il presidente del Motoring Club, Alex De Grandi - Siamo comunque al lavoro in ottica 2021. L'ufficialità della decisione è stata comunicata in serata perché durante tutta la giornata di venerdì abbiamo chiamato a uno a uno i concorrenti e gli ufficiali di gara per avvertirli della decisione".

thumb 283 DN7B8949

"È un grande dispiacere, ma siamo già concentrati sulla nuova data. - spiega il vicepresidente Luigi Salvador - Contiamo di poter riproporre questo Prealpi Master Show nel marzo 2021, ma la data verrà definita dopo un dialogo con Aci Sport e con il trofeo Raceday".

Un rammarico doppio, poiché il lavoro per questa edizione è iniziato durante il primo lockdown.

Una rassicurazione importante arriva da Nicola Narduzzo, tesoriere: "Restituiremo il 100% delle tasse d'iscrizione già versate dai concorrenti: ce n'erano già arrivate quasi 140, il massimo possibile".

Sulla decisione del rinvio è intervenuto anche il sindaco di Sernaglia della Battaglia, Mirco Villanova: "L'amministrazione comunale riconosce la validità e l'importanza che esercita il Prealpi Master Show, sia per valorizzare e promuovere il nostro territorio, sia come evento sportivo diventato appuramento importante degli appassionati di motori".

"Le attuali condizioni epidemiologiche - prosegue - purtroppo non rendono possibile la manifestazione in completa sicurezza. Per questo motivo l'amministrazione ha ritenuto più praticabile la possibilità di rinviare la manifestazione per svolgerla comunque questa primavera".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il primo cittadino di Farra di Soligo, Mattia Perencin: "La situazione del momento legata all'emergenza sanitaria ci ha visto costretti a chiedere di rimandare al prossimo anno questa manifestazione molto importante per il territorio".

"Non sarebbe stato un vero rally perché si sarebbe tenuto a "porte chiuse", - conclude - con conseguente difficoltà nel tenere lontano il pubblico da questa manifestazione che sappiamo bene quanto pubblico richiama. Quest'anno ci sarebbe stata una novità, cioè la partenza proprio dal centro di Farra di Soligo, cuore Unesco, che avrebbe dato quel qualcosa in più all'evento. Ringrazio comunque gli organizzatori per il grande lavoro fatto e arrivederci al prossimo anno".




(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it