Si è chiusa venerdì scorso con le premiazioni individuali e di squadra l'edizione 2020 del Caimans summer camp, un'edizione particolare per i limiti imposti dalle disposizioni anti-covid ma che è perfettamente riuscita e che ha visto impegnati ogni settimana più di 90 ragazzi e ragazze del comune di Susegana, per ben 111 iscritti nel totale.

La società del Priula Basket ha organizzato e cercato di rispettare nel miglior modo possibile le regole sanitarie, con il proprio personale che ha quotidianamente lavorato per rendere possibile l’evento.

kinesiostudio nuovo

Misure rigide per ingresso e uscita dal camp, con la misurazione della temperatura per tutti, le sanificazioni obbligatorie per mani, palloni e struttura, sotto lo sguardo attento di Alessandro Paccagnan, Alessandra De Dea e nonno Coletti.

"Direttore d'orchestra il coach Brian Carpi, fresco di nomina come responsabile del settore minibasket dei Caimans Priula 88 - spiegano dalla società - Per lui un grande impegno, ma è stato aiutato da bravissimi assistenti, che si sono prima formati con la video lezione dell’Usl, poi impegnati con i ragazzi in queste giornate, dando il meglio di loro: Sharon, Flavio, Federico, Jack, Mattia, Morz, Sara, Mirko, Ebby, Leo, Ponte, Asfy, Vania, Alessandro, Kevin. E poi i veri protagonisti i ragazzi e le ragazze, i bambini e le numerose bambine, tanti e tutti pieni di un entusiasmo, che è stato davvero… "contagioso" ed ha reso queste mattine dei momenti davvero speciali".

Il presidente Christian Zanardo ha voluto ringraziare tutti i volontari che hanno reso possibile questa manifestazione, progettata già al tempo del lockdown e realizzata grazie al lavoro di uno staff Priula super organizzato: “Ringrazio gli uomini e le donne della società, tutti hanno messo un po’ di loro stessi e del loro per riuscire nella manifestazione. Lo scopo, comunicato all’Amministrazione Comunale per primi a Susegana, era quello di far tornare i nostri ragazzi in palestra e nei playground dopo mesi di chiusura forzata in casa. Il risultato è stata un’affluenza del 110% maggiore rispetto alle aspettative. Speriamo che ragazzi e famiglie siano rimasti soddisfatti, noi lo siamo e cercheremo di migliorarci per le prossime edizioni, sperando ci siano permesse”.

"Si ringraziano l'amministrazione comunale di Susegana per la concessione dell’uso delle strutture, Don Andrea Sech e la Parrocchia di Ponte della Priula per la grande disponibilità" conclude.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Priula Basket).
#Qdpnews.it