brevi sport

Ponte della Priula, alla Gmg Arena sabato 26 serata di titoli per le arti marziali, sul ring il campione di casa Petru Dinca

Titoli italiani e internazionali di arti marziali, domani sera, sabato 26 ottobre alla “Gmg Arena” di Ponte della Priula. Dalle 20 la palestra diretta dall’ex campione Mario Montrasio, una delle più grandi d’Europa, che sforna da anni atleti di livello nella Boxe, Kick Boxing, Muay Thai, e Mma (arti marziali miste) ospiterà una serata di grandi incontri, con due titoli assoluti in palio. 

Nel tabellone infatti sono previsti match d’altissimo livello, con in palio il titolo di campione italiano di Kombat League e l’altro per il Wbc Muay Thai Italia. Il tutto in collaborazione con l’organizzazione Kombat League International, che ha sede in Bangkok, ma che è presieduta dal vicentino Max Baggio di Bassano del Grappa. 

Protagonista del primo incontro valido per il titolo K-1 categoria 63,5 kg, che si disputa in 5 round, da 3 minuti cadauno, sarà il beniamino di casa Petru Dinca (nella foto con il maestro Mario Montrasio e il presidente Max Baggio) ed il fortissimo atleta sardo Federico Mazza. 

Il secondo incontro, valido per il titolo internazionale “Wbc Muay Thai” sarà riservato alla categoria 79.3 kg sulla distanza di 5 round, da 3 minuti cadauno. È una delle cinture più prestigiose e se la contenderenno Bane Baki di nazionalità albanese e Medhi Rebroub, di nazionalità marocchina. 

Tra gli altri match di rilievo quello tra che vedrà sul ring della Gmg Arena il brasiliano Adriano Da Silva (della Pitbull Brothers maestro Patricio Freire Pitbull) e Daniel Bazant, atleta croato della Trojan Gim. In pre serata, con inizio alle ore 19.00, saranno disputati altri match.

L’apertura ufficiale, del gran galà con i titoli, avverrà alle 20.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Gmg Arena Ponte della Priula).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Flavio Vanzella, maglia gialla al Tour De France 1994, festeggiato per il 25esimo anniversario della storica impresa

Correva il lontano 1994 e un allora 30enne Flavio Vanzella (nella foto) conquistò un privilegio che ogni ciclista vorrebbe vivere; fu per due giornate maglia gialla al Tour de France.

Nato a Vazzola nel 1964, Vanzella è stato un ottimo passista. Corridore professionista dal 1989 al 1998, nel suo palmares vanta anche il titolo di campione del mondo nella cronometro a squadre. Gli amici della squadra “Fortissimi” hanno deciso di ricordare degnamente la ricorrenza ieri, con una festa a sorpresa.

Il tempo di questa fine estate che assomiglia a un autunno, ha un po' guastato i piani, facendo saltare il giro in bici senza però rovinare la festa. Il ritrovo nelle “Tenute Caldella” della Società Agricola di Flavio Vanzella a Susegana, ha avuto parecchi momenti gioiosi, ben scanditi dalla perfetta organizzazione.

Carlo Vanzella copy

Particolarmente significativa la parata e il taglio di una magnifica torta nella quale giganteggiava l’immagine di Vanzella in maglia gialla in quella fortunata edizione del Tour. Il colore unico e dominante nelle tavolate è stato naturalmente il giallo, con tanto di maglia celebrativa donata a Flavio Vanzella, che l’ha indossata con orgoglio e con un pizzico d’emozione.

Anche dopo aver abbandonato il professionismo, Vanzella non ha mai appeso la bici al chiodo e grazie ad una forma smagliante si diverte sulle colline Patrimonio Unesco, in compagna di tanti amici. A festeggiarlo ieri anche Andrea Vendrame, protagonista di un ‘ottima stagione, culminata con la vittoria nella Tro- Bro-Leon e con un secondo posto di tappa al Giro d’Italia.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it




Print Friendly, PDF & Email

Ecco il team manager Franco Da Re per far crescere il progetto "Fast Volley" tra la Pallavolo Susegana e la team Spes

Continua a crescere il progetto Fast Volley tra Pallavolo Susegana e la team Spes, mettendo sempre più in risalto il movimento pallavolistico del territorio.

Da questa stagione infatti Franco Da Re, vittoriese (nella foto al centro), con esperienza decennale di dirigenza anche a livello nazionale, sarà team manager di Fast Volley e il nuovo direttore generale della team Spes: “Sono fiero di mettermi a disposizione e sposo pienamente questo progetto” ha dichiarato nell’incontro avvenuto con i presidenti De Luca (team Spes) e Ros (Susegana), fondatori della società.

Franco Da Re è sicuramente una persona che conosce molto bene le dinamiche della pallavolo. Penso pertanto che il fatto di aver rafforzato anche la parte dirigenziale del Fast Volley ci consenta di avere basi ancor piu solide per affrontare con tranquillità il nostro cammino”, commenta il presidente della Pallavolo Susegana Luca Ros.

Si aggiunge così un altro tassello di elevata professionalità alle già numerose figure conosciute e apprezzate che stanno sposando questo nuovo movimento.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Fast Volley Team Spes)
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Susegana, ottimo risultato per l’arciere Alida Camerin: medaglia d’argento ai Campionati italiani Fiarc 2019 di Schilpario

Alida Camerin, atleta 52enne momentaneamente residente a Susegana, ha vinto la medaglia d’argento, con un ottimo secondo posto per la 06Arva, Arcieri della Vallata, ai Campionati Italiani Fiarc 2019, tenutisi a Schilpario, in provincia di Bergamo, dal 28 al 31 agosto scorsi.

Nelle quattro giornate di gara si sono sfidati atleti da tutta Italia in 4 tipologie diverse, sommando i punti ottenuti in ogni singola gara.

“Sono molto contenta per questo risultato - ha spiegato l’arciere Alida Camerin - Mi sono avvicinata a questa disciplina sportiva, insieme alla mia famiglia, 3 anni fa e faccio gare da due anni e mezzo. Da marzo a settembre disputo circa 2 gare al mese. Mi alleno nella palestra di Cordignano e nel campo all'aperto di Vittorio Veneto, uno dei più belli d’Italia. Nel tiro istintivo di campagna tiriamo a sagome di plastica tridimensionali di animali a grandezza naturale, mai ad animali veri”.

ALIDA

“Questo sport mi permette di stare spesso all’aria aperta e nei boschi - prosegue Alida Camerin - godendo della bellezza di tanti ambienti naturali. Ci si avvicina a questa disciplina per caso o, come succede a molti, dopo averla provata nei villaggi turistici. A maggio 2017 sono arrivata seconda al Campionato Triveneto e ho ottenuto qualche podio in altre gare. I punti ottenuti nel Campionato Triveneto vanno direttamente nella classifica nazionale e sono necessari per partecipare alle competizioni nazionali”.

A Schilpario - conclude l’arciere trevigiana - ho vinto la medaglia d’argento ai campionati Italiani Fiarc 2019 anche se il mio obiettivo era di arrivare tra le prime 20. Mio marito aveva previsto che potessi arrivare tra le prime 5 ma, man mano che vincevo le gare, lui e mia figlia si aspettavano che arrivassi prima. Quando ho iniziato a praticare il tiro con l’arco non volevo fare gare ma questa disciplina mi piaceva perché è quasi una forma di meditazione e aiuta a concentrarsi. Il mio obiettivo, ora, è solo quello di migliorarmi sempre di più”.

Intanto gli impegni per Alida Camerin non finiscono qui: nel mese di ottobre ci sarà la finale del Campionato Triveneto.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Alida Camerin).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Susegana, la giovanissima Francesca Tagliapietra al Teatro dell’Opera di Roma. Orgoglio per “Angeli Danza”

“Con grande gioia possiamo annunciare che, a seguito del periodo di prova, la nostra Francesca è stata ammessa al quarto corso del Teatro dell'Opera di Roma”: queste le parole scelte da “Angeli Danza”, scuola di danza di Susegana, per annunciare l’importante traguardo raggiunto dalla loro allieva, la 14enne Francesca Tagliapietra.

L'ammissione al Teatro dell’Opera di Roma è stata possibile per solo 4 candidate su 70, questo sottolinea quanto non sia semplice avere una possibilità come quella ottenuta dalla giovane Francesca. Da settembre l’atleta di “Angeli Danza” si sposterà a Roma anche per studiare, iniziando a frequentare in città il liceo linguistico. Una sfida impegnativa che costituirà un vero sacrificio per Francesca e per la sua famiglia. Infatti, non sarà facile per una ragazza giovane come lei spostarsi così lontano da casa, ma la passione per la danza, unita alla volontà di perfezionarsi con l’obiettivo di raggiungere risultati sempre più significativi, saranno delle forti motivazioni per credere in questo nuovo progetto di vita.

Siamo molto orgogliosi dei risultati che stiamo ottenendo - ha spiegato Jessica Rosso, direttrice e insegnante della scuola “Angeli Danza” - Lavoriamo da anni per dare la possibilità alle nostre allieve di partecipare ad audizioni in Italia e in Europa. Abbiamo 60 atlete e la nostra scuola, aperta nel 2006, si trova in via Barca Seconda a Susegana”.

Francesca - ha concluso Jessica Rosso - è stata selezionata anche per gli stage invernali all'accademia “Princesse Grace” di Montecarlo. Ha scelto di andare a Roma anche se, come altra opzione, avrebbe potuto decidere di andare al Teatro dell’Opera di Vienna. Oltre ad una allieva ammessa alla Scala di Milano nel 2016, ne abbiamo anche altre due che sono state ammesse in prestigiose accademie di danza contemporanea: una presso il Daf a Roma ed una alla “Ba Contemporary Dance” di Zurigo”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di “Angeli Danza”).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.