Numero massimo di 1.000 spettatori per le manifestazioni sportive all'aperto.

Questo è quanto è stato dichiarato nel Dpcm del 13 ottobre, in un comunicato in cui la Lega nazionale Dilettanti ha ribadito le disposizioni in amteria di presenza del pubblico agli eventi calcistici dilettantistici.

E' Consentita dunque la presenza di pubblico con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori. 200 spettatori invece per le manifestazioni sportive in luoghi chiusi.

La presenza del pubblico è ovviamente subordinata al rispetto di tutte le misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Covid-19. Confermato l’obbligo delle porte chiuse per le sedute di allenamento.

Le Regioni e le Province Autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il Ministro della Salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti; con riferimento al numero massimo di spettatori per gli eventi e le competizioni sportive indoor, sono in ogni caso fatte salve le ordinanze già adottate dalle Regioni e dalle Province Autonome, purché nei limiti del 15% della capienza.

Di seguito il comunicato integrale della Lnd (Lega Nazionale Dilettanti): Si comunica a tutte le Società della Lnd che il Dpcm del 13/10/2020 all’art. 1 comma 6 lettera e), consente la presenza di pubblico anche alle manifestazioni indette e organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti, e più precisamente prevede che: ”per gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni), dal Comitato italiano paraolimpico (Cip) e dalle rispettive Federazioni, è consentita la presenza di pubblico, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto, e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi, esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e l’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it