Emozioni superiori per il Giro d'Italia. Si conclude nel migliore dei modi la cronometro Conegliano-Valdobbiadene (14esima Tappa del Giro), che ha visto la conferma di Filippo Ganna come ciclista più veloce del momento.

Un trionfo incredibile, 42' 40'' a una media di 47,953 chilometri orari, per Ganna, campione del mondo a cronometro, è la terza tappa vinta in questo Giro d'Italia, mentre il portoghese Joao Almeida resta in maglia rosa. 

Almeida rafforza la leadership, guadagnando 16'' su Wilco Kelderman, 1'22'' su Pello Bilbao, 1'23'' su Vincenzo Nibali e 1'30'' su Domenico Pozzovivo.

I due azzurri in particolare vengono scavalcati da un'altra giovane sorpresa: Brandon McNulty, protagonista di una crono fantastica che lo proietta al quarto posto in graduatoria.

È stata festa "rosa" nel lungo tratto di gara, dal Muro di Ca' del Poggio a Pieve di Soligo, dalle rampe di Guia allo spettacolare saliscendi tra Santo Stefano e San Pietro di Barbozza, fino all'ultimo chilometro, nei pressi del traguardo di piazza Marconi.

e4bfe9ed 405a 49de be8a 3a4d838fe04d

L'evento si è concluso a Valdobbiadene, teatro della premiazione, e ha visto la partecipazione del Governatore Luca Zaia (nella foto con il trofeo "Città di Valdobbiadene" di Valentino Moro), del Presidente del Consorzio Conegliano Valdobbiadene Docg Innocente Nardi, che così ha commentato la giornata di festa: "Una giornata importante per il territorio, è il primo anno che queste zone sono Patrimonio dell'Umanità e ospitare questo evento può fare da traino per il tutti i Comuni".

All'arrivo anche il presidente della Provincia, Stefano Marcon, e Marina Montedoro, presidente dell'Associazione per la tutela del paesaggio delle colline Unesco: "Una manifestazione importante - sottolinea la Montedoro - che aiuterà ancora di più a dare risalto alle nostre terre".

"Nonostante il periodo difficile la gente si è comportata bene - commenta Marcon - seguendo tutte le normative anti-Covid. I Comuni della Tappa hanno risposto 'presente' senza perdere il classico calore per il Giro".

Una "Wine Stage" conclusa nel migliore dei modi con la speranza di arrivare a un 2021 più vicino alla normalità sia a livello di sport sia turistico.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata - Luca Zaia).
#Qdpnews.it