Il presidente dell'associazione sportiva dilettantistica Vidor Qdp Giorgio Mognon (nella foto in alto, a sinistra), sabato mattina scorso 22 giugno, ha ricevuto a Roma il premio di benemerenza per la sua carriera ventennale come dirigente di società calcistica.

Qualche mese fa, alla sede del calcio Vidor era arrivata, infatti, la mail di invito al presidente Mognon di recarsi alla sala dell'hotel Holiday Inn di Roma per la “Cerimonia di premiazione delle benemerenze” organizzata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e dalla Lega nazionale dilettanti che viene svolta annualmente a livello nazionale per premiare le attività delle associazioni sportive.

Sono stati insigniti di diploma 112 dirigenti di società provenienti da tutta Italia e, su circa una ventina dal Veneto, Mognon ha ricevuto il riconoscimento per essersi distinto per i suoi 20 anni svolti come dirigente del calcio Vidor. Erano presenti alla cerimonia il presidente federale Figc Gabriele Gravina ed il presidente Lega nazionale dilettanti Cosimo Sibilla (nella foto in alto, a destra) che gli ha consegnato il prestigioso premio.

Vidor pergamena giorgio mognon qdp

Giorgio Mognon, nato a Cornuda nel 1938 e residente a Vidor, in passato è stato anche un calciatore di alti livelli con il ruolo di attaccante. Dal calcio Vidor è passato al Montebelluna per poi arrivare al Genoa in serie A. In seguito ha giocato con Pisa, Rapallo, di nuovo al Genoa con cui ha vinto nel 1963 la Coppa dell'Amicizia italo-francese, poi Reggiana, Alessandria, Como, Treviso e Conegliano.

All'età di 30 anni circa ha appeso le scarpe al chiodo per seguire l'attività di negozio di alimentari del padre, ma è sempre rimasto nel mondo del calcio con impegno e dedizione per tanti anni come allenatore di Conegliano, Pievigina e Giorgione e dal 1999 ai vertici societari del Vidor, dove è tuttora presidente.

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Giorgio Mognon).
#Qdpnews.it