Federica Del Buono (nella foto) ritorna a Vittorio Veneto: nel 2015 il Cross della Vittoria fu trampolino di una stagione di successi, culminata nel bronzo sui 1500 agli Europei Indoor.

La speranza è che questo 2020 sia l’anno del rientro definitivo nell’atletica internazionale per la vicentina dei Carabinieri che ieri, domenica 26 gennaio, nell’area Fenderl ha partecipato, fuori classifica, alla manifestazione Fidal (valevole come seconda prova del campionato di società regionale giovanile e master e prima fase del campionato nazionale assoluto) organizzata da Silca Ultralite Vittorio Veneto, dando prova di forza non solo sul traguardo, tagliato per prima in 23’47’’, ma anche lungo tutti i sette chilometri della competizione.

“Per me era importantissimo arrivare a fine gara senza dolori - commenta l’azzurra - erano quattro anni che non correvo un cross, uno degli ultimi è stato, proprio nel 2015, questo di Vittorio Veneto".

"Ho corso su quei tempi, forse anche più forte. Un percorso, questo vittoriese, che a vederlo da fuori sembra quasi facile, ma correrlo è tutta un’altra storia, è tutto falsopiano e salite. Ma le sensazioni sono state molto buone. Sono fiduciosa per la stagione che verrà, anche perché è un anno importante. Farò qualche altro cross, non penso proprio le indoor, troppo impegnative per me che sono appena rientrata, per dedicarmi poi alla pista”.

Nella gara regionale, primo posto di Manuela Bulf (Atl. Agordina) in 24’24’’, davanti alle due portacolori dell’Atletica Ponzano, Michela Zanatta e Michela Moretton.

Al maschile, l’assoluto dominatore delle ultime due edizioni, Primien Manirafasha (Dolomiti Belluno) parte come nel 2018 e nel 2019 prendendo la testa della corsa e anche molti metri di vantaggio.

A sorpresa, dopo metà gara, si rifà sotto Paolo Zanatta (Trevisatletica) che dopo aver sofferto raggiunge, supera il ruandese e vince in 29’55’’ (con Manirafasha secondo in 30’12’’ al traguardo senza una scarpa e il compagno di squadra, Simone Gobbo, terzo in 30’16’’) (nella foto il podio maschile).

silca 2

Nella gara Juniores maschile (nella foto sotto), gioia per la società organizzatrice (dopo il secondo posto di Sofia Tonon tra le Allieve) che accoglie in squadra il bicampione italiano Allievi 2019 (corsa campestre e 3000 metri in pista), Nicolò Bedini.

L’opitergino fa l’esordio stagionale e nella categoria Juniores con la maglia di Silca Ultralite con una vittoria di carattere: nelle posizioni di testa fin dalle prime battute, nell’ultimo chilometro Bedini ingaggia un duello con il feltrino Nikolas Loss (diversi gli attacchi del primo e anche del secondo), avendo la meglio sul traguardo con il crono di 21’22’’. 

Quella di ieri è stata una grande festa della corsa campestre, che ha richiamato 1500 partecipanti da tutto il Veneto, dai 6 anni agli 85 anni.

Uno spettacolo di agonismo, valori sportivi, convivialità, spirito di squadra. A dare l’avvio alle competizioni, alle 10.00 la prima batteria, quella riservata alle categorie MM35-40-45-50 e 55 (master maschili): sui 6 km il più veloce di tutti è stato Renzo Dal Zotto (Faizanè Runners Team) con il crono di 18’32’’.

Nella seconda batteria, quella per le master femminili e i master SM60 e oltre che hanno affrontato un percorso di 4 km, primi sul traguardo, Giorgio Centofante (Atl. Riviera del Brenta) in 14’27’’ e Patrizia Zanette (Dolomiti Belluno) in 15’03’’.

silca 3

A seguire l’avvio delle gare giovanili, con le categorie Ragazzi, dove la vittoria è stata appannaggio di Simone Vallortigara (Csi Atl. Provincia di Vicenza) in 3’25’’ e di Alessia Miniutti (Aristide Coin Venezia) in 3’34’’ e Cadette, con il primato di Elisa Clementi (Csi Atl. Provincia di Vicenza) in 7’30’’ e Lorenzo De Fanti (Gs Quantin Alpenplus) in 7’46’’.

Prima delle gare assolute, spazio alla manifestazione ludico-motoria “Corri libero sui prati”: quasi 150 bambini tra i 6 e i 10 anni si sono divertiti su un percorso di 500 metri affrontando una gara senza classifica, ma ugualmente con sano agonismo.

Combattuta la gara delle Allieve, che si è risolta solo nell’ultimo giro: l’atleta di casa, Sofia Tonon, ha dettato fin da subito il ritmo, tallonata da Alice Biz (Vittorio Atletica). 

“Credo che questa edizione del Cross Città della Vittoria sia stata una delle più belle delle ultime stagioni, con gare tecnicamente valide ma anche molto combattute - afferma Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto.

"Oltre che a livello organizzativo - sottolinea - ho avuto tante soddisfazioni anche come presidente societario, con parecchi dei nostri atleti nei primi dieci, con la vittoria di Bedini al suo esordio con il nostro team e con i triathleti che continuano a far delle buone prove. Nel complesso, c’è stata una bella cornice di pubblico, soprattutto nelle gare giovanili, con tanti applausi anche per i bambini della Corri libero sui prati”.

(Fonte e foto: Silca Ultralite Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it