Silca Ultralite Vittorio Veneto in gara all’estero. Domani, domenica 16 febbraio Catalin Tecuceanu sarà infatti al via degli 800 nella Istanbul Indoor Cup, rinomata gara turca a invito.

Il 2020 per il romeno è partito con il bel risultato ottenuto a fine gennaio ad Ancona, dove ha fermato il cronometro sul tempo di 1’48’’77, che vale il nuovo primato personale indoor negli 800 e lo ha fatto salire al secondo posto della graduatoria nazionale che comprende anche gli stranieri (il 20enne è in attesa di ricevere la cittadinanza italiana).

Un’ascesa, continua, quella del mezzofondista allenato da Lionello Bettin, che nel corso del 2019 si è piazzato secondo tra le Promesse e quinto tra gli Assoluti, nella graduatoria che comprende i tesserati delle società italiane, sia italiani che stranieri per la distanza degli 800 outdoor con il crono di 1’47’’49 (che è anche personal best del ventenne).

Per lui c’è anche il sesto posto tra le Promesse nei 1500 con il tempo di 3’48’’74. Ora, per il già campione romeno degli 800 e dei 1500 Junior e medagliato nelle categorie assolute, il nuovo impegno agonistico all’Istanbul Indoor Hall, uno dei più veloci impianti d’Europa che nel 2012 ha ospitato i mondiali indoor di atletica leggera.

“Catalin, da anni in Italia, ha scelto il paese in cui vive - commenta Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto - è in attesa di ricevere la cittadinanza italiana per poter gareggiare nei campionati nazionali e soprattutto, se la meriterà, di indossare la maglia azzurra".

"La gara di domenica - continua - sarà un palcoscenico internazionale di valore e Catalin dovrà davvero dare il meglio, per stare al passo con i forti ottocentisti che troverà al suo fianco. Il lavoro che sta facendo, da anni, con Lionello Bettin, è stato graduale ma inarrestabile. Di fatto è uno dei migliori under 23 d’Italia, ma l’obiettivo è continuare a migliorarsi”.

(Fonte e foto: Silca Ultralite Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it