"Cadere e sapersi rialzare". È stato sicuramente questo il tema centrale delle due Giornate dello Sport andate in scena al teatro Da Ponte, organizzate dal Comune di Vittorio Veneto con la collaborazione di un team di docenti delle scuole del vittorese e sostenute dalla Federazione Provinciale Coldiretti di Treviso.

La mattinata di oggi, mercoledì 19 febbraio 2020, ha coinvolto a differenza dell'incontro di ieri (qui l'articolo) altri importanti atleti del territorio e studenti.

L'evento: "Il valore della sconfitta, la cultura dello sport" ha avuto anche oggi ospiti di grande caratura a livello sportivo: il campione di sci alpino Kristian Ghedina, Silvia Marangoni, campionessa italiana di pattinaggio, Antonio Pavanello, direttore sportivo della Benetton Rugby, Marzio Bruseghin, ex ciclista professionista su strada e Paolo Vidoz, ex pugile, il tutto condotto dall'ex arbitro di serie A Gabriele Gava.

Gli atleti hanno voluto portare le loro esperienze nel corso della carriera, evidenziando di come bisogna saper reagire alle sconfitte e alle delusioni sia in ambito sportivo che quotidiano.



Come per esempio ha voluto spiegare Kristian Ghedina: "Questa è una grande iniziativa, poichè permette di sottolineare l'importanza delle sconfitte, del fatto che non bisogna mai abbattersi in qualsiasi contesto, lo sport è scuola di vita".

Sono stati circa 400 gli alunni che oggi hanno potuto assistere e interloquire con gli atleti in questo importante incontro, per un totale di 800 con l'evento di ieri.

da ponte

Numeri importanti come afferma il sindaco di Vittorio Veneto, Antonio Miatto, anch'egli presente: "Visto il successo che sta avendo questa iniziativa, non posso che ritenermi di essere molto fortunato di avere collaboratori in grado di allestire e pensare di organizzare e allestire eventi di questo tipo".

"Ritengo estremamente importante, - conclude - il messaggio che stiamo dando ai nostri giovani. usufruendo delle potenzialità dello sport che se ben interpretate riusciranno ad indicare loro la miglior via possibile per una vita di successo e di felicità".

Una "due giorni" che ha trasmesso ai giovani argomenti e testimonianze su cui riflettere, invitando loro ad affrontare le difficoltà che dovranno fronteggiare e a superarle, confrontandosi con i propri limiti e a volte con la sconfitta.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).

(Video: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it