Dopo mesi duri legati alla scomparsa di tre figure importanti in società (il patron Giuseppe "Bepi" Casagrande, il direttore generale Giovanni Bolzan e il dirigente Dino Marcuzzo), la Permac Vittorio Veneto, squadra di calcio femminile, è pronta a ripartire e lo farà dalla serie C con un ringiovanimento generale della rosa.

Proprio oggi, giovedì 6 agosto, la Lega Nazionale Dilettanti ha accolto la domanda di iscrizione della società vittoriese e quindi le ragazze rossoblù si apprestano così a preparasi per la stagione 2020-21.

"Noi non ci fermiamo, nonostante tutto - spiegano dalla società - Il nostro silenzio di queste settimane è stato, a suo modo, assordante, e la perdita di tre amici, prima ancora che dirigenti, è stato un colpo durissimo per tutta la grande famiglia rossoblù".

"Abbiamo scelto un basso profilo per poter ricordare coloro che non ci sono più e per poter erigere delle basi solide al futuro del movimento calcistico femminile a Vittorio Veneto" sottolineano.

A livello di rosa, il team della prima squadra si riunirà presumibilmente il 23 agosto con gli allenamenti agli ordini di mister Massimo Zoni (che allenava la primavera), che sostituirà Diego Bortoluzzi.

"La squadra è quasi completata - dichiarano dalla società - l'età media ora è di 20-21 anni. Abbiamo tenuto diverse figure però del team 2019-20: come la nuova capitana Karin Mantovani, che farà da chioccia alle giovani, Alice Bonassi, Monica Furlan, Giada Tomasi, Gaia Sovilla e Carlotta Modolo, il tutto aggiungendo innesti validi dalle giovanili portando su varie 2002, 2003".

"Vogliamo fare un campionato tranquillo, facendo crescere il gruppo per poi più avanti puntare nuovamente alla B - commentano -. Sarà certamente una campionato lungo e difficile, ma con la grinta che ha sempre contraddistinto le nostre rossoblù siamo sicuri di poterci togliere grandi soddisfazioni".

La data ufficiale sul re-start del campionato ancora non è decisa, si ipotizza tra l'1 e il 2 ottobre, con la Coppa a metà settembre. 

Un team che, nonostante il periodo buio, dunque riparte con certezze e idee solide: "Stiamo lavorando senza sosta per il prossimo futuro, per garantire una continuità societaria chiara e completa - concludono - Abbiamo deciso di ripartire dalla categoria inferiore, non a causa di ristrettezze di natura economica, ma per ricostruire fondamenta stabili sotto il profilo tecnico e dirigenziale. La strada è di nuovo tracciata, e la percorreremo ancora insieme, oggi più che mai".


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Permac Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it