Nato a Vittorio Veneto e cresciuto a Mogliano,Tommaso Benvenuti (nella foto), 29 anni, tre quarti centro di ruolo, è uno dei pilastri della Benetton Rugby e della Nazionale Italiana e, ora si ritrova, dopo un lungo periodo senza match importanti,ad affrontare  la prossima settimana lo start ufficiale delle competizioni a partire dal GuinnessPro14 che offre ai Leoni subito due sfide molto difficili proprio contro Ulster e Leinster, le due finaliste dell’ultimo Pro14.

Benvenuti, alla Benetton dalla stagione 2009-10 e che in nazionale ha preso parte a tre Coppa del Mondo, ha ripreso a lavorare come tutto il team e ha voluto soffermarsi su come sta procedendo la preparazione: "La pre-season è stata dura, con il campionato finito a marzo abbiamo ripreso a riallenarci a maggio ma senza mai giocare. Ora stiamo riprendendo il ritmo partita giocando molte sfide tra di noi tramite partitelle, arriveremo pronti all'appuntamento della prossima settimana".

9e5de5cd 553c 47f6 ae05 f00cda06e051

Sfida che vedrà la Benetton affrontare venerdì prossimo, 2 ottobre, un avversario ostico come i nordirlandesi dell'Ulster nel loro tempio: lo storico Ravenhill Stadium: "C'è tanta voglia di iniziare, loro avranno più il ritmo partita sulle gambe e in più avranno il fattore campo ma ci faremo trovare pronti".

Il classe 1990 ha parlato poi anche del capitolo nazionale, Il Sei Nazioni è stato interrotto dalla pandemia di coronavirus a marzo con quattro partite da giocare. Irlanda e Italia dovranno recuperare due match mentre Inghilterra, Francia, Galles e Scozia uno. Gli azzurri in particolare dovranno sfidare l’Irlanda a Dublino e ospitare a Roma l’Inghilterra nella giornata conclusiva.

"Quest'anno sarà tutto diverso - sottolinea - non ci saranno più le partite autunnali contro le squadre dell'emisfero sud (Sudafrica, Australia, Nuova Zelanda ad esempio), si giocherà con le compagini europee. Quindi il format sarà differente".

"La cosa veramente triste purtroppo sarà vedere gli stadi vuoti, il rugby senza tifosi non è la stessa cosa" conclude Tommaso con la speranza che tutto torni gradualmente al Pre Covid.


(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Tommaso Benvenuti).
#Qdpnews.it