La finale nazionale Juniores di judo svoltasi a Roma è valsa a Mattia De Zan e Martina Tesser, per i loro piazzamenti, e soprattutto per il terzo posto di Giorgia Freschi, la cintura nera.

Con loro salgono a 119 gli atleti del Judo Vittorio Veneto, del maestro Gianpietro Vascellari, insigniti del prestigioso riconoscimento della cintura nera.

Nella prima gara a Roma, dopo il blocco delle competizioni per l'emergenza sanitaria, il Judo Vittorio Veneto si è posto ancora una volta in luce aumentando il già alto numero di cinture nere conquistate dal club vittoriese. Tutti e tre gli atleti vittoriesi si sono infatti avvicinati al ristretto podio nazionale, tanto da rientrare tra i migliori d'Italia nelle rispettive categorie di peso.

df17e7b7 1114 49ed b52c f76bbcf0f668

Per tale motivo la Federazione Italiana di Judo Fijlkam premia da sempre gli atleti che ci riescono col grado di cintura nera.

La competizione svoltasi a Roma-Ostia è stata la finale nazionale "Under 21" riservata ai migliori judoka della "ranking list" italiana.

Il Judo Vittorio Veneto è riuscito ancora una volta a porsi in luce, tanto da conquistare con Mattia De Zan, Martina Tesser e Giorgia Freschi tre nuove nuove cinture nere. Non solo: Giorgia Freschi è giunta anche terza nella sua categoria, vincendo così una meritata medaglia di bronzo nazionale.

Il risultato ha permesso al Judo vittoriese di classificarsi anche al primo posto nella Regione Veneto ed al tredicesimo in Italia, nella classifica assoluta delle società sportive in gara.




(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Judo Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it