Ponte della Priula, questa sera l'apertura del ristorante "Cà di Ponte": un pezzo di storia dell'Alta Marca Trevigiana

Riapre oggi, martedì 10 settembre 2019, la storica “Locanda Del Papa” a Ponte della Priula, ora “Cà di Ponte”.

Continuano le belle notizie per la comunità di Ponte della Priula dopo la riapertura del ponte sul Piave, la festa d’apertura della scuola elementare “Don Milani”, in via Tempio Votivo, e l’inizio dei lavori alla palestra “Arcobaleno”.

Riapre infatti l’antica locanda che dava ristoro a chi transitava sul ponte grazie alla famiglia di Valerio Nadal con la moglie Diana e i figli Alberto ed Enrico, storici viticoltori che producono i vini della tradizione del Piave.

“Cà di Ponte” sarà ristorante e albergo e verrà inaugurata proprio questa sera, alle ore 19, alla presenza dell’assessore al turismo della Regione Veneto, Federico Caner, e del sindaco di Susegana Vincenza Scarpa.

La locanda ha visto transitare attraverso i secoli eserciti e personaggi illustri come papa Pio VI che, nel 1782, si mise in viaggio per Vienna per incontrare il nuovo imperatore Giuseppe II, figlio di Maria Teresa d’Austria.

Il papa e il suo corteggio attraversarono il Piave diretti a Sacile, accolti sulla sponda destra e su quella sinistra da folle di devoti.

È certo che Pio VI scese dalla carrozza più volte per benedire i fedeli che si accalcavano lungo la strada: a quei tempi i viaggi papali erano una novità assoluta e da secoli i pontefici non oltrepassavano i confini dello Stato della Chiesa.

“Proprio per questi trascorsi - ha dichiarato Valerio Nadal - chiederemo per “Cà di Ponte” l’adesione ai “Locali storici d’Italia”. Per rimarcare la nostra volontà di innovare nella tradizione, secondo la logica del riconoscimento Unesco, che da poco ha decretato Conegliano e Valdobbiadene Patrimonio dell'Umanità, abbiamo intitolato le stanze dell'albergo ai vitigni del territorio: Marzemino, Boschera, Perera, Manzoni Rosa e, naturalmente, Refosco, Pinot Grigio, Pinot Nero, Prosecco e Raboso”.

Il locale offre ristorazione d’eccellenza sia di carne che di pesce, ma anche soluzioni più semplici per la pausa pranzo o per gli aperitivi. Anche “Cà di Ponte” si inserisce nel nuovo progetto per l'enoturismo sostenibile dell’intero territorio limitrofo al Piave che prevede, tra l'altro, la ciclovia dalle Dolomiti al mare dopo il recente restauro del ponte sul fiume.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Cà di Ponte).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.