Colfosco, vandali prendono di mira le vetrate di un locale in apertura: "Necessaria la videosorveglianza"

La scorsa settimana, presumibilmente nella notte di venerdì 25 ottobre 2019, un locale in via XVIII Giugno a Colfosco, vicino alla farmacia del paese, è stato colpito da un atto di vandalismo che ha interessato le vetrate del negozio.

Il locale, chiuso da anni, aveva finalmente trovato una persona interessata ai suoi spazi per ampliare la propria attività che, a causa di questo imprevisto, forse sarà ritardata.

È Lorenzo Marcon, noto tatuatore 27enne molto conosciuto nell'Alta Marca Trevigiana, a spiegare l'accaduto: "Sabato ho avvisato i proprietari del locale dove avevo deciso di spostare il mio studio. Probabilmente, nella serata dello scorso venerdì 25 ottobre, qualche vandalo ha preso di mira le vetrate del negozio provocando danni per alcune migliaia di euro".

"Non mi aspettavo una cosa simile - prosegue Marcon - Purtroppo, c'è il rischio di un ritardo per lo spostamento della mia attività nel nuovo locale perché le tempistiche per sistemare i danni sono tutte da capire. L'idea, comunque, era quella di spostarmi lì nei mesi di febbraio e marzo del 2020".

"Mi dispiace per i proprietari - conclude il noto tatuatore - che, finalmente, avevano trovato in me una persona interessata a ridare vita a quel luogo chiuso da anni. Bisogna intensificare la video sorveglianza anche nei piccoli centri altrimenti noi esercenti saremo costretti a spostarci in zone più controllate, magari in città, con problemi per i giovani dei paesi che cercano i nostri servizi. In ogni caso, non me la prendo con i ragazzi in generale: grazie al mio lavoro ho la possibilità di conoscerne molti e ne trovo tanti che sono davvero in gamba".


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Lorenzo Marcon).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.