Susegana, i volontari ripuliscono da rovi e cespugli le mura dell’antico castello di Collalto

Nel mese di novembre e nel primo fine settimana di dicembre, gruppi di volontari hanno “attaccato” le mura del castello, non per conquistarlo ma per liberarlo da rovi e cespugli che, negli anni, hanno coperto ogni pietra negando alla vista anche di quel poco che le cannonate italiane durante la Grande Guerra avevano risparmiato.

Il lavoro principale lo hanno svolto i volontari dell’Associazione Festeggiamenti Collalto e il Gruppo Alpini Collalto che hanno asportato gran parte della vegetazione cresciuta negli ultimi anni.

Nel primo fine settimana di dicembre è arrivata a dare man forte anche ArcheoSusegana che si è occupata, in particolare, della rimozione delle edere abbarbicate sulle mura, dei rovi e altre piante presenti nei terrapieni.

Un lavoro non ancora completo che potrà continuare anche con l’aiuto dell’Associazione Battaglia del Solstizio di Nervesa della Battaglia che si è resa disponibile.

mura collalto1

Il paese di Collalto è caratterizzato dalla presenza di numerosi eventi di cultura nell’arco dell’anno, a cominciare dal Festival Organistico Internazionale, ai concerti corali, alla presentazione di libri e mostre d’arte durante le feste paesane, dal Mercatino dell’antiquariato, dalle passeggiate storiche e altri eventi socializzanti, non ultimo il tradizionale panevin, in programma nella serata del 5 gennaio 2010.

Da un incontro tra la famiglia Collalto, proprietaria del castello, e alcune associazioni locali è emersa la volontà di mantenere pulito il sito storico cui fa riferimento il primo insediamento della nobile famiglia suseganese intorno all’anni Mille.

Era davvero un peccato che il castello fosse quasi del tutto nascosto dalle vegetazione - spiega il presidente di Festeggiamenti Collalto Luciano Zaccaron - Allora, in accordo con la proprietà, abbiamo unito le forze e siamo riusciti a fare un discreto lavoro. Ora dobbiamo programmare il mantenimento di questo lavoro di pulizia, ma fortunatamente non siamo soli”.

collalto 2

“Il castello di Collalto è stato il punto di partenza dell’associazione ArcheoSusegana quando è stata fondata nel 2013 - spiega il presidente Antonio Menegon - purtroppo la lotta contro le infestanti è impari; il lavoro per mantenere pulite le mura è molto e una piccola associazione come la nostra, da sola, non ce la fa. Unendo le forze, però, si possono fare grandi cose e il lavoro di pulizia in corso a Collalto ne è la dimostrazione”.

Secondo ArcheoSusegana la pulizia delle mura deve essere il primo passo di un percorso di valorizzazione del sito storico di Collalto basato su interventi di periodica manutenzione, ma anche programmazione culturale, per arrivare a un recupero, per quanto possibile, dell’antico castello di Collalto.

(Fonte e foto: ArcheoSusegana).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.