Susegana, disabile a processo per violenza sessuale sulla badante, l'aveva stordita con dei farmaci

Avrebbe sciolto in una bevanda dei farmaci a base di benzodiazepine e l’avrebbe fatta bere alla sua badante.

E quando la donna, stordita, era incapace di difendersi, l’avrebbe molestata sessualmente. Questa l’accusa della quale dovrà rispondere un 50enne disabile di Susegana, rinviato a giudizio dal gup Angelo Mascolo per violenza sessuale.

L’uomo, che anni fa è costretto in sedia a rotelle in seguito a un incidente, secondo la procura avrebbe stordito la badante che lo assisteva, una 28enne di origine colombiana, e poi l’avrebbe spogliata e palpeggiata.

La donna, incapace di difendersi perché drogata, appena si era ripresa lo aveva subito denunciato.

Per il 50enne, difeso dall’avvocato Luisa Osellame, non è la prima accusa di violenza sessuale. L’uomo è infatti recidivo dopo una sentenza, emessa dal tribunale di Treviso che due anni fa lo ha condannato con rito abbreviato a tre anni di reclusione per violenza sessuale.

Anche il quel caso vittime erano donne che aveva assunto per assisterlo, due giovani marocchine che erano state costrette a subire atti sessuali.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport