Susegana, Electrolux chiede dieci sabati di straordinario per la linea 2. Il sindacato: "Solo su base volontaria"

La ripresa va meglio del previsto, necessari sabati di straordinario per la Electrolux di Susegana con i suoi oltre mille dipendenti.

Lo ha chiesto la direzione aziendale della multinazionale alle segreterie sindacali e alle Rsu convocate per informazioni sull’andamento del mercato.

Straordinario per i prodotti della linea 2, l’alto di gamma, molto richiesto. A dirla con i numeri entro fine anno sono da fare 693 mila frigoriferi, cioè 45 mila in più rispetto alla precedente previsione di 15 giorni fa. Finora sono usciti 246mila mentre altri 190mila sono la stima tra giugno e agosto.

C’è comunque un potenziale di 9mila frigoriferi in più, in particolare prodotti della linea 2. E proprio per rispondere alle richieste del mercato è stata messa sul tavolo l’ipotesi di fare almeno 10 sabati (5 per turno) nella sola linea 2 perché si tratta di modelli che non si possono fare su altre linee per vincoli tecnici.

Nella proposta aziendale c’è un mix tra volontarietà, per le figure professionali generiche di linea, e obbligatorietà per le figure più tecniche (conduttori, fuori linea, team leader,trenisti ecc..) ma in tutti i casi serve avere le risorse umane e quindi in mancanza di disponibilità di figure volontarie nelle varie posizioni si passerebbe alla obbligatorietà per almeno una ottantina di lavoratori.

Le Rsu hanno manifestato comunque l’indisponibilità all’obbligo di straordinario: “Ci siamo resi disponibili invece - affermano - a valutare soluzioni basate sulla volontarietà, chiedendo semmai di pagare di più lo straordinario volontario o la banca ore, senza escludere assunzioni a termine per favorire il raggiungimento anche parziale dell’obiettivo”.

La direzione si è riservata di verificare le opzioni segnalate e ei prossimi giorni è previsto un nuovo incontro. È stato confermato che a breve saranno adottate nuove mascherine, più leggere. Saranno disponibili nelle prossime settimane.

Ci saranno anche i test sierologici gratuiti a disposizione dei lavoratori ed è previsto un incontro preventivo con la Rsu medico aziendale e esperti titolari del test per valutare le procedure.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport