Colfosco, parrocchia e associazione “Arianuova” propongono spiedo d’asporto per sostenere l'asilo

La parrocchia San Daniele Profeta di Colfosco e l’associazione “Arianuova” hanno deciso di organizzare uno spiedo a sostegno della locale scuola dell’infanzia “Santa Cecilia”.

L’appuntamento è previsto per sabato 25 luglio 2020, dalle ore 19.30, nell’area del Parco dell’Amicizia di Colfosco.

Lo spiedo sarà solo per asporto e dovrà essere prenotato entro giovedì 23 luglio 2020 in modo tale da preparare al meglio le porzioni che prevedono anche la polenta e, su richiesta, l’aggiunta di fagioli.

Gli organizzatori precisano che tutto il ricavato della vendita andrà a sostegno dei lavori in corso alla scuola materna e per le prenotazioni si può telefonare ai numeri 3497151339 o 3497338743.

“In questo periodo alcune associazioni di Colfosco hanno cercato di aiutare la scuola - ha affermato Emiliano Zuccolotto, presidente dell’associazione “Arianuova” - Non siamo quindi gli unici perché penso anche agli alpini e a tutte le persone che si sono occupate dei lavori manuali all’interno della struttura. Noi non siamo tantissimi e proprio l’altro giorno ci siamo chiesti cosa avremmo potuto fare per la nostra scuola”.

kinesiostudio nuovo

“Visto che quest’anno non ci sarà la festa del nostro patrono - conclude Zuccolotto - abbiamo pensato di proporre questa iniziativa nel rispetto delle misure previste per il contrasto alla diffusione del Coronavirus. Speriamo che ci sia una bella risposta per sostenere la nostra scuola”.

“Dal 1953 l’istituto è gestito dalla parrocchia di Colfosco - spiega Vincenza Scarpa, sindaco di Susegana - Purtroppo qualche settimana fa le suore che lavoravano all’interno della struttura sono andate via. L’iniziativa della parrocchia e dell’associazione “Arianuova” è davvero lodevole e mostra quanto di bello possa fare la buona volontà di una comunità che ha compreso il valore della sua scuola”.

“Come molti altri istituti anche la scuola dell’infanzia “Santa Cecilia” di Colfosco soffre il calo demografico anche se non conosco i dati precisi sugli iscritti per il prossimo anno scolastico - aggiunge il sindaco di Susegana -. Sono tante le incognite sulla ripresa delle lezioni ma prima o poi dovremo affrontare il tema del calo della natalità”.

“Se il nostro Paese non decide di considerare con serietà questo argomento - conclude il sindaco Scarpa -, elaborando una strategia con politiche attive per la famiglia e per i giovani, credo che la situazione sia destinata a peggiorare. Se ci pensiamo, sono proprio i bambini e le famiglie le categorie più colpite dagli effetti indiretti della pandemia. Per il tema del calo della natalità, però, non mi concentrerei solo sui problemi economici ma anche sulla mancanza di prospettive future nei giovani ai quali questa società sta rubando il futuro”.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport