Susegana, schianto nella notte contro il muretto con un furgone. Autista rimane indenne, lasciando danni

Furgone si schianta in piena notte contro un muretto, ma il conducente chiama alcuni amici e un carro attrezzi per rimuovere il tutto lasciando danni ai residenti, che protestano e hanno denunciato il fatto alle forze dell’ordine.

Alcuni mesi fa furono distrutti di notte, probabilmente dalla fuoriuscita di strada di un ubriaco, un cancello e ringhiera all’ ingresso del magazzino reperti di via Piave che confina con Collalto e danni per oltre 6mila euro, le cui ricerche furono infruttuose.

Due notti fa i residenti della stessa via, praticamente nello stesso punto sono stati svegliati da un botto, dovuto ad un incidente, a cui si sono susseguiti un via vai di mezzi e vociare: ignoti a bordo di un furgone, poco dopo le due hanno perso il controllo, ma rimasti indenni hanno preferito non far intervenire le forze dell’ordine. Probabilmente per evitare controlli al tasso alcolemico.

kinesiostudio nuovo

Eppure i danni sono stati ingenti come pure l’inquinamento e i detriti lasciati in strada: vetri rotti, olio motore sparso, dei freni, antigelo, finiti nel tombino a lato della strada.

Secondo la dinamica pare che il mezzo, sembra un camioncino color blu come la vernice rilasciata sul muretto, con ruote posteriori gemellate, proveniente dal bivio Via Cucco/ Morgante scendeva in via Morgante probabilmente a velocità sostenuta e anziché curvare si è schiantato contro il muro di cemento e roccia e rimbalzando nella canaletta.

22e2dcf3 8a43 443f befe 495b04f14055

Nell’urto ha perso l’assale anteriore, mentre il motore, secondo alcune testimonianze si è spaccato a metà con la coppa dell’olio motore sventrata e svuotata sulla strada.

Il conducente ha chiamato alcuni amici per la rimozione e il carro attrezzi, lasciando però il muro rotto e l’inquinamento, più alcuni reperti del veicolo: due cuscinetti, pezzi di plastica.

I residenti hanno denunciato alle forze dell’ordine l’accaduto invitando il protagonista dell’incidente a effettuare le riparazioni. E’ stato chiesto comunque l’intervento dei vigili del fuoco: “L’inciviltà e il fai da te portano a a questi risultati! - commenta Diotisalvi Perin - . Chi ha visto racconta che il conducente straniero parlava concitato al telefono. Sembrava illeso. Poi sono arrivati amici che hanno piazzato una macchina con lampeggiante per segnalare blocco strada, fino all’arrivo del carro attrezzi e al recupero, due ore di lavoro di una grande quantità di pezzi staccati e pulizia della strada sommaria con qualche straccio. Invito i vigili a controllare le telecamere e individuare i responsabili dei danni anche ambientali. L’olio è andato tutto nei tombini”.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di un lettore).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport