Ieri la cerimonia per i 90 anni del Gruppo Alpini di Susegana. Zanardo: “Gratificato da tanti messaggi”

“Alpini di Susegana con il vostro fare riportate l’uomo al primo posto, con il vostro orgoglio di appartenenza date il giusto valore ai sentimenti che contano nella vita: l’amicizia, la solidarietà e la comprensione. Ne ha avuto bisogno Susegana per tutti questi 90 anni, ne abbiamo bisogno tutti soprattutto adesso”: con queste parole il sindaco di Susegana, Vincenza Scarpa, ha voluto ringraziare gli alpini di Susegana nel suo discorso alla cerimonia di ieri, domenica 27 settembre 2020, in occasione dei 90 anni del Gruppo.

La festa è iniziata alle ore 10 nella sede del Gruppo Alpini, in via Rossini, alla presenza delle autorità del paese, dei rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della comunità suseganese e degli alpini degli altri gruppi della Sezione Ana di Conegliano, tutti con i loro gagliardetti.

Dopo l’alzabandiera delle ore 10.15, i presenti hanno cantato l’inno nazionale e in molti si sono complimentati per i lavori di restauro del Cippo degli Alpini, reso ancora più bello per l’occasione.

Successivamente c’è stata la Santa messa, celebrata da don Andrea Sech all’esterno della sede degli alpini. La funzione è stata impreziosita dalla corale “Diverse Voci” che ha commosso tutti con il canto finale “Signore delle Cime”.

FOTO SUSEGANA copy copy copy copy copy copy copy copy copy copy copy copy copy copy

Alla fine della messa ci sono stati gli interventi del capogruppo Paolo Zanardo, del presidente sezionale Gino Dorigo, del sindaco Scarpa e della principessa Isabella Collalto de Croÿ il cui padre, il principe Manfredo, aveva donato il terreno nel quale è stata costruita la sede degli alpini di Susegana.

“Abbiamo concluso la nostra festa con il pranzo al ristorante Villa Dirce a Tezze di Piave - ha commentato il capogruppo Paolo Zanardo - Ieri è stata una bella giornata e anche oggi sono stato gratificato da tanti messaggi di complimenti da parte delle persone che hanno partecipato al nostro 90esimo”.

“Siamo dentro la storia di Susegana, stiamo vivendo un evento che coinvolge tutto il paese e che riempie il nostro animo di tante emozioni differenti - ha affermato nel suo discorso il sindaco - Il primo sentimento è l’orgoglio di appartenere ad una comunità dove 90 anni fa è nato un gruppo di uomini, gli alpini, che negli anni, nei gesti di tutti i giorni così come nei momenti importanti per il paese, hanno dimostrato cosa voglia dire essere cittadini attivi consapevoli del proprio ruolo”.

“Gli ultimi 20 anni li ho vissuti con voi e in ogni ricorrenza voi siete stati al mio fianco - conclude - Ogni volta che la comunità ha avuto bisogno, voi avete risposto presente ed è impossibile elencare tutto anche se per me sono ricordi indelebili. La parte più bella di una vita amministrativa e poi il 2020, l’anno del vostro novantesimo. Un anno sicuramente indimenticabile e per il vostro novantesimo avete deciso di destinare dei generi alimentari a chi è più in sofferenza nella nostra comunità. Lo avete fatto con le risorse economiche che sarebbero servite per organizzare la vostra festa: questo ci ha commosso”.

 

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport