Tarzo, spazzatura gettata dall'auto in corsa: ecovandala seriale smascherata dal Controllo di vicinato

Il Controllo di vicinato, da poco attivo a Tarzo, miete la sua prima "vittima": un'ecovandala "seriale" che da quest'inverno, dall'automobile in corsa, gettava sacchetti della spazzatura (foto d'archivio)  in una scarpata in località Parè di Arfanta.

La donna, da qualche giorno, era osservata speciale del Comune. Merito dell'attenzione dei cittadini, che notato il suo comportamento hanno provveduto a segnalarlo a chi di dovere. "Lancio del sacchetto" che la donna, una 35enne residente nel Coneglianese, praticava periodicamente (almeno una volta alla settimana) durante il tragitto che dalla sua abitazione la conduce al posto di lavoro.

Nel giro di qualche mese, prima di essere colta in flagrante, era riuscita a "collezionare" circa una cinquantina di sacchetti nel dirupo. All'interno dei sacchetti è stato rinvenuto materiale di ogni genere: dalla plastica, alla comune carta, ma soprattutto diverso "umido" e "secco".

"Dopo la segnalazione dei nostri cittadini, che hanno colto la donna in flagrante, abbiamo individuato la vettura. Alla proprietaria, interrogata dai nostri vigili urbani, non è rimasto che confessare - fa sapere il sindaco Vincenzo Sacchet - Questo suo comportamento si trascinava ripetutamente da mesi e stava cominciando a dare parecchio fastidio: era diventato quasi una sfida nei confronti dei residenti".

E' questo il primo successo del Controllo di vicinato. "Al momento abbiamo già costituito tre gruppi, quelli di Prapian, Nogarolo e Colmaggiore, e la prossima settimana verrà istituito quello di Fratta - fa sapere il primo cittadino, al lavoro nella frazioni per implementare la rete - Siamo contenti, la cittadinanza sta rispondendo all'iniziativa positivamente".

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport