Le classi quinte nei parchi cittadini per festeggiare l’ultimo giorno di scuola. Favero: “E’ stato emozionante”

Trevignano ha celebrato l’ultimo giorno di scuola, perché questo evento non scivolasse via nell’indifferenza più totale. A pensarci sono stati genitori e insegnanti delle sette classi di quinta elementare organizzando un incontro, con le dovute misure di sicurezza, nei parchi e giardini cittadini, aiutati dagli immancabili alpini.

“La chiusura di questo anno scolastico così particolare e difficile - sottolinea l’assessore all’Istruzione del Comune di Trevignano, Maria Giovanna Favero - non poteva scivolare via senza lasciare un segno tangibile soprattutto per i bambini che hanno concluso il loro primo ciclo di studio. Un rito importante l'ultimo giorno di scuola, e grazie all'entusiasmo e alla sensibilità di genitori e insegnanti (promotori dell'incontro), è stata data la possibilità ai 135 bambini delle sette classi quinte elementare di incontrarsi e poter salutare le loro insegnanti. L'amministrazione comunale ha messo a disposizione parchi e giardini pubblici e il supporto logistico degli alpini, consentendo così che gli incontri (uno per ogni gruppo classe) potessero svolgersi in tutta sicurezza e nel pieno rispetto delle norme di prevenzione”.

"Nelle quattro frazioni del comune, ogni classe ha potuto riunirsi dopo più di tre mesi di lontananza ed è stata gioia grande: “I bambini avevano un sacco di cose da raccontare e non vedevano l'ora di parlare tra loro - prosegue l’assessore Favero -. E' stato emozionante e importante farli incontrare in questo ultimo giorno di scuola, fatto di una miscela di emozioni, dal desiderio di iniziare le vacanze, dalla nostalgia per quei compagni di classe che non si rivedranno per un po'".

"La scuola è anche e soprattutto incontro, e non poteva finire con un messaggio video, almeno non per loro. Ringrazio tutte le insegnanti e gli insegnanti - conclude l’assessore - che in questi mesi davvero difficili hanno dato il meglio e il massimo delle loro competenze per stare vicino a tutti i bambini e ragazzi e alle loro famiglie, dando prova di come la scuola rivesta un ruolo fondamentale e insostituibile nella formazione dei giovani cittadini di domani”.


(Fonte: Flavio Giuliano © Qdpnews.it).
(Foto: Maria Giovanna Favero).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport