Treviso, presentati i dati degli incidenti stradali in provincia: ai Comuni 4 milioni di euro per la sicurezza delle strade

La Provincia di Treviso intende cofinanziare interventi di manutenzione straordinaria sulla viabilità, finalizzati alla messa in sicurezza e riqualificazione delle infrastrutture, nonché la realizzazione di opere connesse alla loro funzionalità, per migliorarne il livello di servizio, da eseguirsi a cura delle Amministrazioni Comunali.

Nella conferenza stampa di ieri (nelle foto), lunedì 15 aprile, sono stati illustrati ai Comuni i contenuti del bando e le modalità per accedere a questi finanziamenti attraverso la sottoscrizione di una convenzione. Lo stanziamento di bilancio di fondi per il finanziamento di interventi da realizzare attraverso sottoscrizioni di accordi con i Comuni è di 1.860.000,00 euro per l’anno 2019 e 2.000.000,00 per l’anno 2020.

La quota di compartecipazione provinciale per ogni intervento proposto è determinata nella misura massima del 50% della spesa ammissibile con il limite massimo di contributo pari a 200.000 euro.

Varie sono le tipologie di intervento ammesse come: Sistemazioni di intersezioni, attraversamenti pedonali, razionalizzazione delle accessibilità dei frontisti su strade provinciali, interventi strutturali, messa a norma di barriere, percorsi dedicati all’utenza debole.

Treviso Conferenza stampa incidenti

"Finalmente – dichiara il presidente della Provincia Stefano Marcon – con i recenti finanziamenti arrivati da parte del governo, si sono potute destinare risorse alla viabilità che soffriva da alcuni anni, con la riforma Delrio sulle province, la mancanza di fondi da destinare alla manutenzione e messa in sicurezza della strade provinciali. Anche oggi sulla stampa nazionale, citando una ricerca dell’Università di Tor Vergata, si sottolinea il ruolo insostituibile delle province sulla gestione del territorio e soprattutto su quelle funzioni proprie che gli enti di area vasta rivestono in Costituzione, rilevando le buone performance delle Stazioni uniche appaltanti delle province e la capacità di progettazione dovuta ad un patrimonio di competenze tecniche e di capacità progettuale che non è facile replicare in altri enti, e su cui occorre anzi investire".

Con l’occasione sono stati presentati anche i dati ufficiali sull’incidentalità stradale nella nostra Provincia, relativi all’anno 2018. "Con gli investimenti degli ultimi 20 anni di Progetto Strade Sicure la mortalità da incidente stradale è drasticamente diminuita – illustra Marcon – questo anche grazie ai numerosi interventi infrastrutturale ed alle campagne di sensibilizzazione e prevenzione messe in atto dalla Provincia. Le analisi dell’ultimo periodo, però, evidenziano il persistere di un problema legato all’utenza debole, come per esempio ciclisti e pedoni e proprio a fronte di questa evidenza la Provincia ha deciso di indirizzare ai Comuni la possibilità di usufruire di un cofinanziamento che predilige gli interventi volti ad aumentare la sicurezza nei tratti stradali dove sono maggiormente coinvolti gli utenti deboli, i primi a pagare il prezzo di una mancata manutenzione e progettazione dipesa dalla carenza di risorse".

In base alla definizione ufficiale di incidente stradale, il numero provvisorio di rilevazioni effettuate nel corso del 2018 è di 2197 incidenti. Tra questi sono stati rilevati 59 incidenti mortali e 2144 incidenti con feriti.

Una apposita piattaforma dedicata ai singoli Comuni è stata costruita dagli operatori della Provincia per accedere e consultare i dati di interesse di ciascun territorio e poter individuare con precisione i punteggi dei criteri per l’accesso al finanziamento.

(Fonte e foto: Provincia di Treviso).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport