Treviso, nasce la nuova fabbrica dell'aria: inaugurato il progetto di riqualificazione del bosco urbano

Il Comune di Treviso ha tenuto oggi a battesimo l'iniziativa fabbrica dell’aria di Ascotrade, che vedrà la piantumazione progressiva di varie specie di alberi tra aceri e olmi campestri, carpini bianchi, roverelle e di piantine mellifere come il tiglio e l’orniello, nel quartiere San Giuseppe.

L’avvio dei lavori di riqualificazione dell’area è avvenuto alla presenza del sindaco Mario Conte, degli assessori ai lavori pubblici Sandro Zampese e alle politiche ambientali Alessandro Manera, del presidente di Ascotrade Stefano Busolin e di Angelisa Tormena, referente territoriale AzzeroCo2.

I giovani alberi, andranno a ripopolare due aree attigue di oltre 3 ettari che si trovano in via Paludetti, con l’obiettivo di consentire un evidente miglioramento paesaggistico e della qualità dell’aria di una zona precedentemente incolta e infestata dai rovi che finalmente potrà essere restituita ai residenti del quartiere.

La piantumazione prevista a Treviso è una delle tappe della "Fabbrica dell'Aria", un progetto sviluppato da Ascotrade in collaborazione con AzzeroCO2 per la messa a dimora di alcune migliaia di piante in diverse cittadine di Veneto e Friuli Venezia Giulia.

"Siamo felici di sostenere questa iniziativa di Ascotrade per rendere Treviso sempre più verde - le parole del sindaco e dell’assessore a Zampese - Si tratta di un progetto molto importante in ambito pubblico che va ad aggiungersi a quelli della nostra Amministrazione con i privati quali “Adotta un Albero”, promossa dal Settore Ambiente con l’assessore Alessandro Manera. La riforestazione urbana non solo migliora la qualità dell’aria con enormi benefici per la salute ma rappresenta pure un elemento fondamentale in termini di riqualificazione e miglioramento paesaggistico del centro e dei quartieri".

"Abbiamo riscontrato immediata disponibilità da parte dell’Amministrazione Comunale di Treviso a costruire insieme questa nuova Fabbrica dell’Aria - spiega Stefano Busolin, presidente di Ascotrade - Un gesto concreto ma allo stesso tempo dal valore fortemente simbolico".

Immagine del 07 12 19 alle 16.14

I 1.500 alberi donati al comune di Treviso formeranno un’area verde che sarà aperta a tutti i cittadini per un totale di 36.000 metri quadrati.

"Prosegue ormai per il terzo anno consecutivo la collaborazione con Ascotrade, che ha scelto di mettere al primo posto la tutela del territorio in cui opera, la mitigazione dell’impatto ambientale delle attività e il benessere delle generazioni future - ha dichiarato Angelisa Tormena di AzzeroCO2 - Con l’adesione alla campagna nazionale Mosaico Verde, intendiamo recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione di boschi permanenti come misura di Rsi, Ascotrade ha ulteriormente consolidato questo impegno".

Da oggi e per i prossimi due anni le piantine verranno curate e seguite a spese di Ascotrade. L’obiettivo è quello di formare dei veri e propri "boschi anti-smog" composti da alberi che permetteranno un assorbimento complessivo delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera pari a 1.050 tonnellate di CO₂ lungo l’intero ciclo di vita degli alberi (calcolato in media in 80-100 anni).


(Fonte: Ascotrade).
(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.