Fugge all'alt della Polstrada e sperona la pattuglia, 35enne denunciato per lesioni e resistenza

Continuano i controlli del fine settimana, specifici di alcool e droga da parte della Polizia Stradale di Treviso con equipaggi della Sezione di Treviso e del distaccamento di Vittorio Veneto.

Non sono mancate le consuete contestazioni per la guida in stato di ebbrezza per effetto dei controlli con etilometro, infatti, sono risultate positive 5 persone con un tasso alcoolemico compreso tra i valori di 0,71 g/l e 1,50 g/l, di cui 2 contravvenzionati con la sola sanzione amministrativa prevista proprio per le alterazioni minime, mentre gli altri 3 sono stati denunciati all' Autorità giudiziaria per valori compresi tra 0,8 e 1,5 g/l.

Rischiano da un minimo di 544 e sospensione della patente da 3 a 6 mesi, fino a 3.200 euro oltre alla sospensione della patente da 6 mesi ad 1 anno. Tutte le sanzioni sono state maggiorate di 1/3 perché infrazioni commesse in ore notturne e per tutti decurtazione di 10 punti sulla patente.

Il servizio ha portato nel complesso al ritiro di 6 patenti di guida, ma il vero dato significativo purtroppo in negativo è stato che su 8 conducenti sottoposti al controllo precursore droga 4 sono risultati positivi al tampone che ha riscontrato la presenza di sostanze del tipo cannabinoidi, anfetamine e cocaina.

Quando poi a combinarsi sono l’abuso di alcool e l’uso di droga, il risultato è che un 35 enne trevigiano che lungo la Pontebbana, vistosi intimato l’alt da una pattuglia, in considerazione della sua condotta di guida poco “lineare" ha pensato bene di proseguire la sua corsa, guidando con manovre pericolosissime, tali da richiedere l’ausilio di altre pattuglie.

Sembrava desistere quando dopo aver svoltato all’interno di un area di servizio lungo la SS13 azionava le frecce di emergenza e rallentava la sua corsa. Ma raggiunto da due pattuglie il protagonista, ingranava la marcia ed accelerava decisamente rimettendosi sulla statale speronando l’auto di servizio violentemente sulla fiancata destra, causando il ferimento di due agenti fortunatamente in modo non grave.

Fermato il tasso alcolemico è risultato ben superiore a 2 g/l, oltre 4 volte il limite consentito. Come se non bastasse, è risultato positivo anche al tampone salivare per aver fatto uso di sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida.

L’iniziativa costerà molto cara al conducente poiché, oltre la denuncia per il reato di guida in stato di ebrezza, le cui sanzioni saranno raddoppiate per aver causato un incidente e ulteriormente aumentate di 1/3 per averlo fatto in ore notturne.

A suo carico 16mila euro di sanzione oltre alla revoca della patente, e arresto fino a 2 anni e 8 mesi. Inoltre lo stesso è stato anche denunciato per il reato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale aggravato per la quale rischia fino a 9 anni di reclusione.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Questura di Treviso).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport