Treviso, confermati i saldi del 1° agosto, ma possibilità di vendite straordinarie dal 1° luglio

Era stato deciso lo scorso 7 maggio, nel corso della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, lo spostamento dei saldi estivi al 1° agosto: la seduta era stata presieduta dal governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il quale aveva richiesto che ci fosse un'applicazione omogenea di questo dato su tutto il territorio nazionale.

Ora, però, saranno possibili delle vendite straordinarie a partire dal 1° luglio: a deciderlo è stata la giunta regionale del Veneto, nel corso della seduta di martedì 26 maggio.

A renderlo noto,è stata Confcommercio unitamente al gruppo provinciale di Treviso di Federmoda, i quali hanno specificato in un documento come sia consentito "in via straordinaria" lo svolgimento delle vendite promozionali nei "trenta giorni antecedenti alle vendite di fine stagione".

L'annuncio dello spostamento dei periodo dei saldi estivi non aveva riscosso una reazione unanime. A Conegliano, ad esempio, Patrizia Loberto, presidente dell'associazione di commercianti Conegliano In Cima, aveva sottolineato come fosse necessario partire subito con la scontistica per sostenere il settore.

D'altro canto, il presidente di Ascom Conegliano Maurizio Gibin aveva definito la scelta come "un'operazione corretta", ma "dal punto di vista pratico un'incognita, perché si dovrà vedere come il mercato funzionerà".

Nel caso del centro commerciale Coné, il direttore Alessandro Cerato aveva spiegato come non fosse ancora stata affrontata la questione dei saldi, ma che già alcuni negozi avevano iniziato ad applicare delle promozioni e delle scontistiche.

Solo nei prossimi mesi, quindi, si potrà davvero tirare le somme sulle novità in fatto di periodi promozionali.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport