Covid nella Marca trevigiana: sotto controllo la situazione nelle Rsa. L'Ulss2 conferma l'efficacia del test rapido

Continua il monitoraggio da parte dell'azienda sanitaria Ulss2 sulla situazione epidemiologica da Covid-19, optando in primis per il trasferimento del punto tamponi, in modalità "drive in", dal distretto sanitario di via Galvani all'ex area Zanussi a Conegliano, trasferimento già avvenuto a Treviso dall'ospedale Ca' Foncello all'ex dogana.

A Conegliano, dopo il disagio delle lunghe code di macchine dirette al distretto sanitario di via Galvani, il cambio di sede avverrà in linea di massima tra lunedì e martedì prossimo, come confermato dal direttore generale dell'Ulss2 Francesco Benazzi.

Nel frattempo, a partire da oggi, giovedì 24 settembre, l'orario del punto tamponi in via Galvani sarà raddoppiato, ovvero dalle 7 alle 12 per gli under 18 e fino alle 19 per i maggiorenni.

"Buona la situazione nelle case di riposo", ha invece confermato lo stesso Benazzi: l'Opera Immacolata di Lourdes a Conegliano ha registrato un lieve miglioramento, con un totale di 20 positivi, anziché 23 secondo il dato precedente, di cui 6 sono operatori (prima erano 8), mentre a "Villa Fiorita" di Cornuda, sono 10 i positivi su 54 ospiti e 5 gli operatori contagiati su 22.

Sul fronte ospedaliero, invece, sono 14 i positivi ricoverati al reparto di Malattie infettive dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, mentre è in arrivo un concorso fissato per il prossimo 5 ottobre, per l'aumento del numero di assistenti sanitari disponibili.

Per quanto riguarda la situazione delle scuole del territorio, invece, lo stesso Benazzi ha spiegato come la chiusura delle classi sia avvenuta, come da protocollo, per la positività di un solo studente in tutti i casi riscontrati: non sono finora emersi più casi di contagio nella medesima classe e i compagni, sottoposti a tampone, in ogni contesto sono sempre risultati negativi.

A tal proposito, il dottor Roberto Rigoli ha spiegato come una serie di analisi ha posto in luce l'efficacia del test rapido che, se effettuato entro 15 minuti dal prelievo del campione, ha una sensibilità pari al 99,52 percento e una specificità del 99,38 percento: due dati che indicano complessivamente l'elevata capacità del tipo di analisi di identificare le positività, divenendo di fatto uno strumento in più per agire in maniera tempestiva.

"Un test che sta dimostrando di essere assolutamente affidabile e che consente di prendere subito delle decisioni velocissime, ma senza dover chiudere tutto", ha commentato Rigoli.

Oltre ai test rapidi, l'Ulss2 valuterà in questi giorni l'opportunità di ricavare degli spazi ulteriori dove potranno essere effettuate le vaccinazioni antinfluenzali.

Per quanto riguarda le aziende, all'Aia di Vazzola si sono concluse le operazioni di screening, mentre per l'Electrolux di Susegana saranno fissate le date destinate a controlli ulteriori.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport