Maltempo in arrivo, si preannunciano piogge e venti forti. Mazzocco: "Il clou tra venerdì e sabato"

Non ci aspettano buone notizie dal punto di vista meteorologico per i prossimi giorni, previsto l'arrivo di un minimo ciclonico che si posizionerà ad ovest rispetto alla nostra regione, originario delle aree nord atlantiche. Questa saccatura sarà in avvicinamento proprio nella giornata di domani, giovedì 1° ottobre, ma soprattutto di venerdì e in parte sabato.

"Ci saranno intensi venti sud occidentali di carattere da moderato a teso che successivamente diverranno forti - spiega Riccardo Mazzocco di Meteo in Veneto - Nelle prime ore di sabato in quota avremo una ventilazione che dovrà essere monitorata, il territorio è già vulnerabile dopo Vaia, rischiamo qualcosa di significativo. Rimane solo da valutare le analisi della ventilazione che sono dati che avremo in ultimo momento".

"I modelli vedono una situazione abbastanza seria che va a sommarsi con gli ultimi aggiornamenti - continua Mazzocco - lo sbarramento delle alpi potrebbe portare una enfatizzazione dei fenomeni nella fascia alpina e prealpina, come è già successo in passato".

Venerdì sarà una giornata con tempo perturbato e cielo coperto associato a precipitazioni diffuse ed estese nelle zone montane e pedemontane, mentre in pianura e sulla costa avremo fenomeni irregolari a tratti diffusi.

Questi fenomeni, in alcune zone, potranno essere esaltati dalla conformazione del territorio, il limite delle nevicate si attesterà per la giornata di venerdì sui 2600-2900 metri. Durante i rovesci più intensi la quota potrà abbassarsi fino ai 2200 metri.

"Il clou si registrerà tra le ore centrali di venerdì fino alla mattinata di sabato, ci sarà una progressiva pausa nel pomeriggio, in serata la ventilazione perderà potenza e verrà sostituita da correnti umide" conclude Mazzocco.

Le temperature avranno un'escursione termica ridotta grazie al cielo coperto, nella giornata di venerdì e sabato, ad oggi si prevedono temperature attorno ai 17-18 nel fondovalle, mentre 18-19 sulla pedemontana.

Il limite della quota neve nella giornata di sabato sarà tra i 2500-2700 metri di quota, entro fine giornata, a causa del calo termico dovuto diradamento nelle nubi si potrà scendere fino a 2000-2200 metri.


(Fonte: Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport