Bianco risveglio sui monti dell’Alta Marca, la neve imbianca le Prealpi trevigiane dal Grappa al Pizzoc

Un risveglio “invernale” per molti cittadini dell’Alta Marca Trevigiana: questa mattina le precipitazioni dei giorni scorsi e della giornata di ieri in particolare, hanno regalato cime imbiancate sui rilievi trevigiani, neve sulle cime del Monte Grappa e del Monte Cesen. Ma anche il Col Visentin e il monte Pizzoc sono stati coperti da una coltre bianca.

Le precipitazioni a tratti discontinue e l'abbassamento delle temperature ha portato, come da previsione meteo, l'abbassarsi della quota neve fino ai 1500- 1600 metri.

FB IMG 16024893054365980

“Per quanto riguarda Pianezze c’è stata un'alternanza di neve alla pioggia per quasi tutta la giornata di ieri, domenica 11 ottobre - spiega Riccardo Mazzocco di Meteo in Veneto - solo verso fine giornata abbiamo avuto un passaggio a neve quando l'aria fredda è entrata con maggiore vigore sulle Prealpi e sulla Pedemontana”.

Sul Monte Cesen sono caduti pochi centimetri mentre l’apporto nevoso è stato più consistente sulla cima del Monte Grappa.

“Sull’area di Cima Grappa le precipitazioni nevose sono state sempre presenti sin dal mattino: nella stazione di Cima Grappa e al Rifugio Bassano, oltre i 1700 metri di quota, abbiamo avuto 15 centimetri di neve al suolo, apporti significativi nonostante la non omogeneità della precipitazione nel corso della giornata” continua Mazzocco.

81afcf0b 9795 46da bb6e 09e5b54eb96b

Una situazione, quella del maltempo che non può dirsi di certo terminata con la giornata di ieri, infatti sono previste ancora precipitazioni nel corso della settimana che porteranno freddo e neve.

“Non è finita, una nuova saccatura di origine nord atlantica è attesa per mercoledì e giovedì con fenomeni diffusi - conclude l'esperto meteo - la quota neve rimarrà inalterata quindi avremo possibili nevicate attorno ai 1500-1600 metri di quota”.

 

(Fonte: Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata - Rifugio Bassano).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport