Vertice del Prefetto Laganà con le forze dell'ordine. Monito ai giovani sulle movide: "Siate responsabili"

"In attesa dei chiarimenti che sicuramente le autorità governative forniranno nei prossimi giorni su alcuni profili applicativi del testo normativo, abbiamo convenuto di dare priorità ad azioni di sensibilizzazione e di dissuasione, facendo appello al senso di responsabilità dei cittadini, con particolare riferimento ai giovani protagonisti della movida cittadina, per l’osservanza delle cautele necessarie al contenimento del contagio".

Il Prefetto Maria Rosaria Laganà (nella foto) si è così rivolta ai cittadini e ai giovani, in occasione della riunione odierna di oggi, mercoledì 14 ottobre, del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per l’esame delle nuove disposizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, contenute nel Dpcm del 13 ottobre u.s.

Alla riunione erano presenti, oltre ai rappresentanti di vertice delle Forze di Polizia, il Comandante della Polizia locale del comune di Treviso.

Un focus particolare è stato dedicato alle implicazioni del nuovo Dpcm sugli eventi in genere e sulle competizioni sportive in particolare, anche per l’approssimarsi della 14° tappa del Giro d’Italia che si svolgerà questo weekend.

Alla presenza di alcuni esponenti di vertice dell’Azienda sanitaria locale e dell’Ente Gestore è stato fatto, inoltre, un punto di situazione sullo stato del contagio da Covid 19 nel C.a.s. situato all’interno del sedime della caserma Zanusso di Oderzo, dove oggi è stato espletato sui richiedenti asilo risultati positivi lo scorso 29 settembre, un ulteriore ciclo di tamponi i cui risultati saranno noti a stretto giro.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport