Inaugurato il corso completo di laurea in Medicina e Chirurgia: convenzione tra Regione, Ulss2 e Ateneo di Padova

È stato firmato simbolicamente nella tarda mattinata di oggi, venerdì 16 ottobre, l'atto di convenzione tra Regione Veneto, Università di Padova e azienda sanitaria Ulss2 per l'avvio del corso completo di laurea in Medicina e Chirurgia a Treviso.

La cerimonia si è svolta nella sala Convegni dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, riunendo autorità, il sindaco di Treviso Mario Conte, docenti universitari e alcuni nuovi studenti.

Corso che vede già 60 adesioni per il primo anno e mira ad avere 360 studenti: al momento, le sedi delle lezioni, "prestigiose ma provvisorie" saranno quattro, ovvero una sala nell'ospedale Ca' Foncello di Treviso, due nella sede dell'Ordine dei Medici e un'altra nell'ex distretto militare sempre a Treviso.

Sedi provvisorie in attesa del completamento della Cittadella della Salute, il nuovo ospedale in costruzione a Treviso, che andrà a ospitare le attività del corso di laurea.

ea9422f2 ba81 4f49 ada4 9f676985bb6b copy copy

"Tutto ciò è stata possibile alla determinazione nel perseguire il progetto. - ha spiegato il direttore generale dell'Ulss2 Francesco Benazzi - I rapporti tra l'Università di Padova e l'ospedale Ca' Foncello di Treviso durano dal 1992".

Parole condivise dal rettore dell'Università di Padova Rosario Rizzuto: "Si tratta di una grande risultato e saluto gli studenti del primo anno, presenti in sala, per l'inizio di questa nuova avventura".

"Questo è il risultato di un impegno pluridecennale - ha proseguito il rettore - che consentirà di portare più studenti nella città di Treviso. Gli studenti potranno farsi un'esperienza in ospedale, un luogo che andrà a rispecchiare la vivacità del mondo universitario".

e8522b66 19af 4ba7 92ba 4645185fa6a7

"Uno sforzo corale che è stato lo sforzo di tutti. - ha aggiunto il rettore dell'Ateneo di Padova - Pensiamo solo al fatto che in tre anni, le matricole del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia da 325 sono passate a 460: è fondamentale, specie in questo periodo, avere più medici che siano seguiti con i laboratori. La medicina moderna nasce a Padova, che è figlia di una storia gloriosa".

Anche il governatore della Regione Veneto Luca Zaia ha portato il proprio saluto alle matricole: "Abbiamo bisogno di medici bravi e oggi si corona un sogno, per il quale saranno necessari nuovi spazi".

"La partita con il Covid non è finita - ha proseguito Zaia - e una miriade di esperti hanno fatto parte della squadra della Regione. Considerato come il 97 percento dei positivi sia asintomatico, abbiamo bisogno di curare bene tutti i cittadini, evitando il rischio di far collassare il sistema sanitario".

"La scelta del corso di laurea in Medicina non è stata facile. - ha sottolineato il governatore - Tale scelta è ancora in Corte costituzionale, come lo sono state le elezioni per l'autonomia del Veneto".

Zaia, Rizzuto e Benazzi hanno concluso la cerimonia firmando la pergamena celebrativa dell'avvio della convenzione, alla presenza del sindaco di Treviso Mario Conte.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport