Covid nell'Alta Marca: cinque classi in quarantena, quindici positivi dopo un pranzo nel distretto di Pieve di Soligo

"Raccomando a tutti di adottare, in questa delicata fase, dei comportamenti improntati alla massima cautela, anche nel privato, al fine di cercare di contenere i contagi": sono le parole del direttore generale dell'Ulss2 Francesco Benazzi, pronunciate a seguito degli ultimi dati registrati.

Secondo quanto riportato dall'azienda sanitaria, sono cinque le nuove classi che sono state poste in quarantena, mentre altre nove, delle scuole medie e superiori, hanno registrato ognuna uno studente positivo: in questo caso, i tamponi rapidi effettuati ai compagni di classe sono risultati negativi e, di conseguenza, i ragazzi hanno potuto continuare a frequentare le lezioni, senza bisogno di un isolamento collettivo.

Nuovo cluster, invece, nel distretto di Pieve di Soligo: sono 15 i positivi registrati dopo un pranzo ed è stata completata l'indagine epidemiologica su tutti gli ospiti che vi hanno partecipato.

Stando ai dati forniti dal Ministero della Salute, nella giornata di ieri, venerdì 23 ottobre, in Veneto sono saliti a 1.550 i positivi al Covid-19 in un solo giorno, per un totale di 41.140 casi, mentre le guarigioni sono state 117, per una cifra complessiva pari a 24.798 negativizzazioni.

I decessi sono stati 7, per un totale di 2.308, 15 i ricoveri con sintomi (in tutto 515), mentre 5 pazienti sono stati trasportati in terapia intensiva, a fronte di un numero totale di 64 ricoveri.

Anche in queste ore, visti i numeri del contagio, le autorità raccomandano di usare sempre la mascherina, di igienizzare e lavare le mani con frequenza, di rispettare i distanziamenti e di evitare i luoghi affollati.


(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport