Treviso accende il Natale per prima con luci e alberi in via Sant’Agostino: ora tocca alla provincia

 

Si accendono nel capoluogo le prime luci di Natale della provincia quest’anno: ad aprire le danze, per quanto possibile in questo periodo, è stato il quartiere di via Sant’Agostino, che grazie a un coeso gruppo di commercianti ieri sera ha brillato per la prima volta con luci natalizie capaci di avvolgere quartiere e passanti in un’atmosfera di spensierata festività.

Centotrenta gli alberi posti qua e là tra i portici, oltre alle grandi stelle luccicanti sospese sopra la strada principale e una piazzetta dove tra gli addobbi spunta anche un babbo natale, chiamato simpaticamente “Mario”.

È stato proprio Mario Conte, il sindaco della città, a far visita ai commercianti nel giorno di via: il taglio del nastro è avvenuto in sua presenza assieme alla rappresentante dei commercianti di via Sant’Agostino Nicoletta Piovesan e ha portato un breve momento di raccoglimento, con poche persone, all’aperto e rispettando le normative.

Pur dovendo rinunciare alla cerimonia che avrebbe dato il via al cambio d’abito della città in preparazione del periodo natalizio, il primo cittadino, che ha premiato l’iniziativa e lo spirito ancora vivo ed entusiasta della comunità, descrive i progetti su una Treviso squisitamente preparata per Natale nonostante l’emergenza.

Lo facciamo specialmente per i bambini - racconta Nicoletta - che devono trovare conforto nel camminare sulla nostra via e scorgere gli aspetti più essenziali del Natale”.

Su Sant’Agostino, con le luci accese, sarà oggi possibile godere della preparazione di una prima sezione della città e accompagnare i visitatori che provengono da fuori città a comperare i regali di Natale in bottega invece che ordinarli su Amazon.

Visto l’esempio, la palla passa ora alla provincia: cittadine e comuni poco popolosi, o come in questo caso gruppi spontanei, associazioni, pro loco e piccole comunità, avranno le forze di ricreare un’atmosfera natalizia cambiando radicalmente il paradigma di celebrazione e sostituendo l’assembramento con qualcosa di sostenibile, anche in un periodo come questo?

 

(Fonte: Luca Vecellio © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport