Treviso per il banco solidale "veneti schiacciati dalla crisi", donati 2000 chili di beni alimentari

La Lega Giovani di Treviso si mobilita con le aziende trevigiane: sono stati consegnati 2000 kg di beni al banco solidale della Provincia di Treviso. I promotori dell’iniziativa e coloro che hanno raccolto il materiale sono stati i Giovani della Lega di Treviso con il supporto della segreteria trevigiana del carroccio e del presidente della Provincia.

L'obiettivo è stato mettere in piedi una rete solidale di persone e aziende trevigiane per aiutare quei cittadini in difficoltà, aggravati anche dall’attuale situazione di emergenza Coronavirus.

Lo scorso anno i giovani avevano già contribuito alla raccolta beni, portando 1400 kg, impegnandosi a ripetere l’esperienza tutti gli anni e cercando di superare ogni anno le quantità per poter aiutare più persone possibili, quest’anno infatti i risultati sono stati straordinari.

Ancora una volta la generosità delle aziende locali e dei benefattori che si sono resi immediatamente disponibili a donare ciò che era nelle loro possibilità, ha fatto in modo che venissero raccolti ben 2000 chili di beni alimentari e per l’igiene della persona.

Soddiafatto il commissario provinciale della Lega Treviso Gianangelo Bof: “Un grande grazie a tutto il gruppo Giovani del nostro movimento, sempre in prima linea nelle tante attività del movimento e sempre al fianco dei Veneti che hanno bisogno".

Si unisce al coro positivo anche il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon: “Un plauso ai giovani della Lega, vicini ai bisogni della popolazione, un bel gioco di squadra. I trevigiani ringraziano Chiara Fraccaro e tutta la Lega Giovani per questo momento di solidarietà che ormai è diventato una consuetudine”.

"A tal proposito - prosegue - è doveroso ringraziare le seguenti aziende: Dalla Costa Alimentare srl di Resana, Bottari Marco Impianti Elettrici di Montebelluna, La Latteria di Sernaglia della Battaglia, Zetaesse Piscine di Borso del Grappa, Fressco Discount Ortofrutticolo di Conegliano, Stella Fruit di Farra di Soligo, Caseificio Montegrappa, Maxì, Azienda Agricola Favaro e Sartor Market di Pieve del Grappa, Latteria di Roverbasso di Codognè, Crai ed Eurofrutta di San Fior, Tabacchipina e Zurich di Ormelle, l’Azienda Agricola Cescon Maria & Canal e i privati benefattori".
 

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Banco solidale "Veneti schiacciati dalla crisi").
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email
ricette/storie

// Storie di Sport