Addio a Giuseppe "Bepi" Zilli, socialista contadino: fu consigliere comunale e della comunità montana bellunese

Dopo Gino "scarpèr" Buso (qui l'articolo), oggi se n'è andato un altro pezzo di storia di Santo Stefano e Guia: il 96enne Giuseppe "Bepi" Zilli, socialista, consigliere comunale di Valdobbiadene e consigliere della Comunità montana bellunese.

Classe 1923, Zilli è stato un contadino e un casaro, ultimo di una generazione di politici ormai scomparsa, forse irripetibile.

Annunciano con dolore la sua scomparsa i figli Nilde, Rita e Fabio, il genero Francesco, le nipoti, parenti ed amici tutti.

"Un bel pezzo di noi varca con lui la soglia dell'infinito - lo ricorda l'amico e compaesano Miro Graziotin -. Gli abbiamo voluto bene in tanti. Il tuo tenace e sommesso filosofare scorrerà tra noi ancora come l'acqua dolce e fresca della Teva che rumoreggia triste laggiù nella tua piccola cantina, che un tempo fu latteria e un tempo fu anche proprietà dei conti Brandolini".

"Da vero socialista sei riuscito a trasformare, con l'aiuto di Fabio, una proprietà nobiliare in un luogo ameno e ospitale aperto al popolo - conclude Graziotin -. È stata anche questa la tua rivoluzione. Ciao amico e compagno, che quel sole ti dia calore ed eternità".

Un saluto a Bepi Zilli sarà dato in forma strettamente privata, per poi proseguire per la cremazione.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Onoranze Funebri Pederiva).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport