Dalla Cina 130 mascherine per fronteggiare l'emergenza, il gesto solidale di un cittadino valdobbiadenese

Tante volte gli aiuti arrivano non solo dalle aziende ma proprio dai cittadini, questa la storia del gesto solidale che ha voluto dare Paolo Berton.

Paolo è un cittadino di Valdobbiadene residente nella borgata di Villanova e al proprio comune ha donato 130 mascherine che saranno dispensate e utilizzate nei prossimi giorni.

L'idea è stata quella di contattare Frey, l'azienda cinese con sede a JinHua, una città nella provincia dello Zhejiang, specializzata nella produzione di bici elettriche (e-mtb).

“L'intuizione mi è venuta dopo che aver acquistato una bicicletta elettrica (E-mtb) dalla Frey, - racconta Paolo Berton - con la quale ho avuto rapporti da cliente. Ho contattato la settimana scorsa l'azienda cinese perchè ci potesse aiutare in questa battaglia, dura, che stiamo vivendo tutti".

"Ho chiesto se potevano inviarci delle mascherine per aiutarci a sconfiggere, - prosegue - come hanno fatto loro, questa emergenza da coronavirus” .

Una richiesta che l'azienda di JinHua ha accettato volentieri, infatti sono state spedite con corriere espresso 130 mascherine dalla Cina all'Italia in tempi record.

Un atto solidale, proprio da chi in prima persona ha vissuto momenti critici come quelli che sta vivendo ora l'Italia, con la speranza che il paese possa rialzarsi quanto prima.

“Le mascherine sono arrivate proprio ieri, dopo pochi giorni dalla spedizione, - continua Paolo - subito ho pensato di contattare il sindaco per donarle al comune e a chi ha più bisogno”.

Un gesto di solidarietà che in questi tempi difficili aiuta ad andare avanti. Il comune di Valdobbiadene, dopo la sospensione delle mascherine della regione, utilizzerà quelle donate sottoponendole alla procedura di sanificazione per renderle sterili e per poterle consegnare a chi ne ha più bisogno.

Le mascherine saranno smistate e quindi consegnate alle case di riposo del comune, ai volontari che presidiano l'ospedale Gucciardini di Valdobbiadene, verranno consegnate anche agli operatori dei servizi sociali e alle persone in quarantena. Altre invece verrano devolute alle aziende del valdobbiadenese.

“In questi giorni c'è un infinito bisogno - ricorda Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene,- molte sono le persone a rischio che bisogna proteggere. Ringrazio Paolo Berton per il suo gesto solidale”.

“In questo momento abbiamo necessità di materiale del genere, il comune ne ha ordinate in grandi quantità dall'estero ma tardano ad arrivare a causa dei controlli effettuati alla dogana” - spiega Fregonese.

Tante volte, con piccoli gesti si possono fare grandi cose, è questa la speranza di tutte quelle persone che in questa fase emergenziale si attivano per il bene degli altri prestando, chi con il proprio aiuto, lavoro e servizio, assistenza a chi ne ha più bisogno.

(Fonte: Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport